L’imprenditrice arrestata dalla Finanza
«Ha chiarito tutto, chiederò sia liberata»

Valmadrera, parla Stefano Pelizzari, avvocato difensore di Maria Rita Vittoria Vassena: «Ha fornito una versione di quanto accaduto in completa antitesi con le prove dell’accusa»

L’imprenditrice arrestata dalla Finanza «Ha chiarito tutto, chiederò sia liberata»
L’ingresso della Vassena di Valmadrera

«La mia assistita ha fornito una versione di quanto accaduto che dal punto di vista logico è in completa antitesi con le prove dell’accusa. In termini coerenti con l’evidenza prodotta, ha raccontato di rapporti con una delle altre persone coinvolte nell’inchiesta nulla sapendo dei rapporti che quest’ultima a sua volta aveva con altri».

Interrogatorio di garanzia

Si è svolto questa mattina nel carcere del Bassone di Como l’interrogatorio di garanzia di Maria Rita Vittoria Vassena, 57 anni, presidente della Vassena srl di impresa di via IV Novembre a Valmadrera, finita in carcere nell’ambito dell’inchiesta della Guardia di finanza di Como su un presunto giro milionario di fatture false nel mondo del commercio di ferro.

A parlare, a interrogatorio concluso, è il suo difensore, l’avvocato Stefano Pelizzari di Lecco. Che precisa: «In questa prospettiva, a mio giudizio è difficilmente configurabile la contestazione di associazione per delinquere. Le dichiarazioni rese e la produzione documentale si potrebbero giustificare una modifica delle misure cautelari, cosa che comunque chiederò nei prossimi giorni».

I particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola domenica 17 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA