Lecco. Santa Barbara  Una giornata di cordoglio
Il presidente Stefano Fiocchi durante l’omaggio nella chiesa di Belledo

Lecco. Santa Barbara

Una giornata di cordoglio

Per la Fiocchi Munizioni è stata una festa di Santa Barbara dedicata al ricordo ed alla preghiera

Per la Fiocchi Munizioni è stata una festa di Santa Barbara dedicata al ricordo ed alla preghiera. Niente pranzo aziendale per le centinaia di collaboratori e ospiti, come da tradizione, ma una celebrazione eucaristica celebrata da don Alberto Cappellari nella chiesa parrocchiale di Belledo, che ha voluto ricordare due tragiche scomparse che hanno colpito in questi mesi la “famiglia” della Fiocchi: quelle di Lodovico Fiocchi, fratello di Stefano, presidente dell’azienda, e di Elsa Lanzilli, la dipendente rimasta coinvolta in un incidente mortale proprio sul piazzale della ditta.

Come ha ricordato don Alberto Cappellari nella sua omelia, ci sono momenti bui nella nostra esistenza, l’importante è non perdere mai la speranza.

E’ stata, dunque, una celebrazione ricca di commozione per due persone scomparse che, a diverso titolo, hanno lasciato un grande vuoto. Lodovico Fiocchi è deceduto tragicamente in un incidente stradale in Uruguay giovedì 2 agosto. Aveva sessant’anni ed era figlio primogenito del senatore Piero. Era il primo dei tre fratelli Fiocchi, insieme a Giovanni e Stefano.

L’imprenditore morto durante il viaggio in America Latina ha lasciato la moglie Elena e i tre figli Pietro, Matilde e Leonardo.

Come ha ricordato il parroco di Castello, don Egidio Casalone, nella sua omelia in occasione dei funerali: «Lodovico ha letteralmente compiuto un ultimo viaggio, che è stato spezzato senza un perché. La serenità di una vacanza si è trasformata nell’incubo di un dramma, a cui si fatica a dare una spiegazione umana. Ma noi oggi siamo qui, davanti alle ceneri di Lodovico, per ribadire che la fragilità ed il limite della nostra esistenza sono riscattati dalla resurrezione di Cristo, che sola può dare un senso alle nostre vite. Quel pellegrinaggio che è la vita di tutti noi, ha voluto che Lodovico lasciasse questa vita terrena, ma la sua morte è solo l’inizio di una nuova esistenza accanto al Padre».

Altra tragica scomparsa è stata quella di Elsa Lanzilli, dipendente della Fiocchi, deceduta pochi giorni fa dopo un incidente avvenuto proprio davanti alla fabbrica.

Una giovane madre di 45 anni si è vista spezzare la vita in modo assurdo ed ha lasciato nel dolore i due giovani figli ed il marito anche lui dipendente della Fiocchi.

«Elsa è sempre stata una donna capace di trasmettere amore per i suoi cari - ha detto don Paolo Ventura durante i funerali, pochi giorni fa al porto di Malgrate - La sua morte è stata come un fulmine che ci ha lasciati impietriti, ma dobbiamo essere certi che la sua scomparsa le ha aperto le porte di una nuova vita».


© RIPRODUZIONE RISERVATA