Lecco. Altreforme, e-commerce   per battere la crisi
Una fase della produzione di una proposta in alluminio di Altreforme, impresa di arredamento di Calolzio

Lecco. Altreforme, e-commerce

per battere la crisi

Le strategie dell’impresa di arredamento, Valentina Fontana: «Investiamo nel mercato asiatico - Le vendite online hanno compensato i cali per il Covid»

Il 2020 è stato un buon anno per i risultati commerciali di “Altreforme”, giovane azienda che realizza complementi d’arredo di design in alluminio, fondata qualche anno fa da Valentina Fontana.

“Altreforme” è operativa a Calolziocorte nella sede del gruppo industriale di famiglia, Fontana Group che con 1200 dipendenti fra Italia e estero produce carrozzerie per grandi nomi dell’automotive di lusso e stampi per il settore.

«Stiamo investendo in modo particolare in Cina, dove abbiamo acquisito nei mesi scorsi due nuovi importanti clienti. In Cina - spiega Valentina Fontana - sono ripartite anche importanti fiere nelle quali un agente ci allestisce dei corner di rappresentanza», afferma l’imprenditrice titolare di Altreforme ma anche impegnata come vicepresidente con delega su strategie e sviluppo in Fontana Group.

Nel 2020 per Altreforme un po’ di flessione indotta dall’emergenza Covid c’è stata, ma i risultati sono stati comunque soddisfacenti, con vendite in tutto il mondo. Risultati dovuti agli investimenti fatti per tempo sull’online.

Decisivo, qualche anno fa, è stato un po’ di ostruzionismo praticato dai canali distributivi tradizionali di mobili, cosa che anziché frenare Valentina Fontana l’ha spinta subito a investire intensamente sull’e-commerce.

Perciò, afferma Fontana, «fra le difficoltà della pandemia ci siamo trovati avvantaggiati, perché già ben posizionati sul nostro specifico canale online e su altre piattaforme con cui abbiamo concluso buoni accordi. Così siamo stati assolutamente pronti e abbiamo tratto vantaggio dal forte impulso che tale canale ha avuto con l’inizio della pandemia. Consideriamo – aggiunge Valentina Fontana – che il maggior tempo trascorso in casa ha favorito la revisione degli spazi e degli arredi».

Nei canali tradizionali la flessione si è sentita soprattutto nel mercato statunitense ed europeo, ma bilanciata dall’aumento dell’online che ora l’imprenditrice vuole incrementare facendo leva sui rivenditori multimarca di settore nati negli ultimi 5-6 anni che a loro volta stanno aprendo nuovi canali online: «Ciò – spiega - fa sì che chi, come noi, è già presente nelle prime 4-5 piattaforme web venga contattato per la richiesta di entrare nei loro nuovi canali».

Le condizioni, assicura Fontana, sono più convenienti rispetto a quelle del canale tradizionale, seppure non ci sia l’acquisto a stock, «cosa peraltro di fatto non così frequente nei canali tradizionali nemmeno prima della pandemia».

In parallelo, continua anche l’incremento di presenza sui social network, con recente ingresso anche in quelli cinesi in un impegno che coinvolge tutto il giovane team di Altreforme.

In Altreforme Valentina Fontana ha delegato parecchio il lavoro alla propria squadra, perché a sua volta ha da gestire l’altra delega, quella che suo padre Walter in Fontana Group, dov’è presidente, ha fatto con lei e con suo fratello Stefano, vicepresidente sull’innovazione. «A Fontana Group dedico il 90% del mio tempo – afferma -, e il resto alle fasi decisionali per Altreforme. In fontana Group, essendo diventati così grandi con 9 plant in Italia e 2 all’estero e avendo acquisito negli ultimi anni nuovi e grandi clienti, operiamo con una prima linea di manager molto preparati, ma sulle decisioni strategiche la famiglia ci deve essere».


© RIPRODUZIONE RISERVATA