La Salvi di Garlate si rafforza  sui mercati internazionali
Lo stabilimento della Carlo Salvi a Garlate

La Salvi di Garlate si rafforza

sui mercati internazionali

L’impresa di Garlate ha partecipato ad una fiera negli Usa e alla Wire di Düsseldorf

Una doppia trasferta per la Carlo Salvi di Garlate: insieme ad Hatebur, azienda alla quale è collegata, è stata protagonista alla prima edizione della Fastener Fair Usa di Cleveland e alla ormai storica Wire di Düsseldorf. L’evento statunitense ha riunito all’Huntington Convention Center produttori, distributori, fornitori e utenti finali del settore. 

Fastener Fair è un format internazionale ormai consolidato da tempo, ma è solo a partire da quest’anno che è stata introdotta la presenza negli Usa, una scelta motivata dalla forza che il mercato statunitense sta registrando, con una crescita sostanziale prevista entro il 2020. «Carlo Salvi e Hatebur – hanno spiegato a Garlate - non potevano mancare ad un appuntamento così importante, anche alla luce del fatto che è presente, sempre in Ohio, una sede Carlo Salvi che ha permesso, negli anni, di alimentare il settore locale instaurando rapporti commerciali solidi e ormai consolidati».

Soddisfatto per la partecipazione ai due importanti appuntamenti internazionali Marco Pizzi, chief commercial officer di Carlo Salvi. «La prima edizione di Cleveland ci ha permesso di aprire nuovi canali di comunicazione all’interno di un’area in crescita per il nostro settore. La Wire, invece, ha confermato ancora una volta la sua grande portata internazionale e ci ha permesso di chiudere tanti contratti fornendoci già oggi ottime prospettive per il 2019/2020. L’esperienza in Germania ha rappresentato anche la prima occasione europea durante la quale l’intero team italo-svizzero si è presentato insieme, all’interno di un unico stand, lavorando in maniera coesa e profittevole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA