La primavera non si sente   Ma i bimbi l’hanno salutata
Sotto i portici un momento della festa dedicata alla primavera

La primavera non si sente

Ma i bimbi l’hanno salutata

Al centro Fetebenefratelli l’iniziativa dedicata ai bambini con vari momenti di musica e svago

La primavera non s’è vista (a guardare il cielo sembrava una domenica d’autunno), ma la festa c’è stata ed è riuscita ugualmente: tanti bambini hanno approfittato del pomeriggio di domenica, grigio ma senza pioggia, per affollare il centro civico “Fatebenefratelli”, dove è stato inscenato una sorta d’esorcismo dell’inverno e del freddo con la partecipazione, nelle vesti degli attori – dai corvi, alla Primavera stessa – di appartenenti a pressoché tutte le associazioni coinvolte: “Demetra onlus”, la “Commissione cultura alternativa”, “Banca del tempo”, “Associazione Belpaese” e scout di Valmadrera.

Ci sono stati, inoltre, laboratori creativi ed è stato persino possibile visitare l’orto botanico insieme ai volontari che lo gestiscono; il “Centro fotografico Gianni Anghileri” ha immortalato i vari momenti, infine s’è tenuto un concerto a cura di “Spirabilia Quintet”.

Nonostante maltempo, la festa si è svolta ugualmente, approfittando del porticato e delle sale del centro culturale. L’evento rientra nel progetto “Alle radici della cultura” realizzato da “Demetra Onlus” grazie al contributo di “Fondazione Cariplo” e alla partecipazione dell’amministrazione comunale. «Siamo soddisfatti – ha detto il presidente della “Banca del tempo”, Flavio Passerini – della risposta ricevuta dai bambini e di un progetto pensato per coinvolgere le famiglie della città nell’arco di un intero anno: infatti, le feste saranno una per stagione, per fare rete tra le associazioni del territorio, oltre a valorizzare il centro culturale animandone l’auditorium, la biblioteca, le sale espositive e il bellissimo orto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA