La piscina di Villa d’Este  navigherà fino al “pratone”
La magnifica piscina galleggiante di Villa d’Este contiene 45mila litri d’acqua

La piscina di Villa d’Este

navigherà fino al “pratone”

Valmadrera: fra novembre e febbraio per interventi di manutenzione

Arriverà via lago, il Comune incasserà un affitto di 60mila euro

Da Cernobbio a Valmadrera. La celebre e iconica piscina galleggiante dell’Hotel Villa d’Este solcherà le acque del Lario per essere trasportata sul pratone di Parè dove sarà oggetto di interventi di manutenzione straordinaria.

L’accordo è stato ufficialmente approvato dalla giunta Rusconi, autorizzando la società Villa d’Este S.p.a. a utilizzare il pratone per 120 giorni, dal 4 novembre 2019 al 2 marzo 2020. L’area di Parè è stata richiesta per l’esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria dello scafo esterno della famosa piscina galleggiante, la cui struttura è completamente in acciaio.

Immersa nelle acque del lago, collocata proprio di fronte a Villa d’Este, a cui è collegata da una passerella, la piscina è larga dieci metri e lunga 25 e contiene 45mila litri d’acqua. «L’area del pratone di Paré – spiega il sindaco Antonio Rusconi - viene concessa in un periodo in cui è poco frequentata, sostanzialmente una stagione morta dato che, con l’entrata in vigore dell’orario invernale, non sono previsti nemmeno attracchi del battello. Per noi è un orgoglio che Villa d’Este abbia considerato Parè come l’unico posto possibile per questa operazione».

Il cantiere riguarderà un’area di 1200 metri quadri, mentre per le operazioni di alaggio e per il successivo varo della piscina sarà necessario posizionare un’autogrù in un’area attigua, di ulteriori 832 metri quadri. L’autogrù sarà posizionata per le prime due settimane di novembre e per le ultime due di febbraio.

Dagli approfondimenti tecnici effettuati dal Comune, non sono risultate incompatibilità coi lavori, da 750mila euro, intrapresi dall’amministrazione per ampliare il pratone e realizzare il progetto di parco urbano. La convenzione sottoscritta con la società Villa d’Este prevede che, a fronte dell’occupazione temporanea dell’area, venga corrisposta la somma di 60mila euro.

«Non è un momento facile per il bilancio corrente, visto che quest’anno i comuni hanno avuto diverse entrate in meno. Questi 60mila euro aggiuntivi – continua Rusconi - fanno comodo, sono soldi che saranno reinvestiti nei servizi per i cittadini. Sono contento di aver ufficializzato questo accordo, nel giorno in cui abbiamo presentato “Spazio salute”, allestito a Villa Ciceri e aperto tutti i giovedì dalle 8.45 alle 10.15 con un operatore che gratuitamente sarà a disposizione per rilevare parametri relativi allo stato di salute, dare informazioni utili su stili di vita corretti e indirizzare le persone rispetto a iniziative e servizi del territorio. Uno spazio dedicato agli anziani con accesso libero e gratuito».


© RIPRODUZIONE RISERVATA