Incendia cinque auto e due furgoni: preso

Oggiono Le telecamere hanno identificato il presunto piromane che è stato fermato: è un uomo di 50 anni. Il raid era cominciato nell’area industriale di viale Europa ed è proseguito a Molteno nel parcheggio di via Biffi

Incendia cinque auto e due furgoni: preso
Le cinque auto incendiate nel parcheggio di via Biffi a Molteno

In mattinata avrebbe dato fuoco a due furgoni a Oggiono, nel pomeriggio a cinque auto in un parcheggio di Molteno, danneggiando anche una casetta dell’acqua.

Un uomo di circa 50 anni, residente a Molteno, conosciuto dai servizi sociali e dalle forze dell’ordine, è stato fermato ieri dai carabinieri di Oggiono con l’accusa di aver appiccato volontariamente i due roghi. A portare alla sua identificazioni le immagini del sistema di videosorveglianza comunale che lo hanno ripreso proprio nell’atto di dar fuoco alle vetture.

Guarda il video

L’incendio delle auto a Oggiono.

Il primo incendio, quello che è stato appiccato nell’area industriale di viale Europa a Oggiono, ha avuto come conseguenza il danneggiamento di due furgoni, parcheggiati uno accanto all’altro. I Vigili del fuoco sono riusciti a spegnere le fiamme, ma i due mezzi erano ormai seriamente compromessi, uno con il muso c carbonizzato, l’altro con il retro che era stato interessato dal rogo. E proprio mentre le indagini dei carabinieri e della Polizia locale si stavano indirizzando, ecco che attorno alle 15.30 un secondo incendio è divampato a Molteno, nel parcheggio di via Biffi, accanto al parco giochi.

In questo caso ad andare a fuoco sono state cinque vetture: le prime tre collocate nel centro del parcheggio (una Fiat Panda, un’Audi A3, una Peugeot 2008); altre due, a distanza di alcuni metri. L’incendio che ha avvolto queste ultime, una Fiat Panda rossa e una Kia, completamente distrutte, ha poi intaccato anche la vicina casetta dell’acqua.

A riprendere però tutta la scena, compreso l’atto con cui veniva sparso del liquido infiammabile, le telecamere comunali presenti nel parcheggio. Le immagini sono quindi state estratte dalla Polizia locale e messe a disposizione dei carabinieri. Immediato il riconoscimento del piromane, raggiunto poco dopo i militari che lo hanno arrestato. In nessuno dei due roghi ci sono state persone coinvolte.

Sistemazione

A fare il punto su quanto accaduto è il sindaco di Molteno, Giuseppe Chiarella: «La cosa principale è che nessuno si sia fatto male, anche se i danni per i proprietari delle vetture sono molto ingenti. Sono contento che l’autore di questi gesti sia stato individuato grazie al sistema di videosorveglianza comunale. Preoccupa il fatto che sia un grave episodio avvenuto in pieno giorno, a pochi metri di distanza dal parco giochi e dai nuovi ambulatori».

Oltre alle auto, è stata avvolta dalle fiamme, spente dai Vigili del fuoco di Lecco e Valmadrera, anche la casetta dell’acqua: «Era appena stata risistemata, – continua il sindaco - a seguito dei lavori al cantiere degli ambulatori che avevano portato all’interruzione dell’acqua. All’esterno la casetta sembra essere molto danneggiata, ma attendiamo un sopralluogo tecnico per capire i danni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA