Il cine-teatro sarà più moderno e sicuro   Avanza il cantiere, serve ancora un mese
Il cantiere all’interno del cine-teatro “Cardinal Ferrari”

Il cine-teatro sarà più moderno e sicuro

Avanza il cantiere, serve ancora un mese

Anche in questo periodo di ferie continuano i lavori per la messa a norma della sala, gli interventi riguardano sia l’interno sia l’esterno dell’edificio. Spesa prevista: 160mila euro

Chiuso per ferie; anzi, per lavorare. Ferve l’attività, nel cine-teatro “Cardinal Ferrari”.

«Approfittando della pausa estiva, si rifà il maquillage», conferma il presidente del “Gruppo cinema” parrocchiale, Claudio Negri che, in accordo col parroco, don Erasmo Rebecchi, spiega: «Si tratta di una ristrutturazione resa necessaria per adempiere alle prescrizioni dei Vigili del fuoco in materia di anti-incendio».

Il costo previsto, a carico della parrocchia, è di circa 160mila euro: «Una cifra considerevole e che – sottolineano il parroco e Negri – auspichiamo di raggiungere grazie anche alla generosità dei tanti che vorranno contribuire». La direzione è stata affidata all’architetto Massimo Nova; il cantiere è stato aperto ai primi di luglio e dovrebbe concludersi alla fine di settembre o, al massimo, nella prima settimana di ottobre, «in tempo comunque – assicura Negri - per rispettare tutti gli appuntamenti della stagione cinematografica e dell’attesissimo cineforum “I colori del cinema”. Si tratta, in pratica, di opere sia interne, sia esterne al fabbricato – prosegue Negri - Per quanto riguarda le prime, si prevede la sostituzione del controsoffitto e delle contro-pareti interne, in fibra di legno con pannelli ignifughi in cartongesso, l’installazione del sistema di evacuazione del fumo e del calore: un sistema automatizzato verrà collegato all’impianto antincendio mediante la posa di dispositivi specifici; è, inoltre, previsto l’adeguamento dell’impianto elettrico e di quello per la rilevazione degli incendi. Le opere esterne – continua Negri – consistono, invece, nella creazione sul tetto dei camini necessari per l’evacuazione stessa di fumo e calore; con l’occasione, si poseranno tegole marsigliesi, un panello isolante Isoteck; verranno sostituite le tegole corrose e ricollocate quelle in buono stato; infine, si rimpiazzeranno i canali di gronda con quelli nuovi in rame e i relativi pluviali».

I lavori sono eseguiti in parte dalla ditta “Piantanida e Scalese” di Galbiate; il rifacimento dei cartongessi interni è affidato alla “2MR Snc” di Valgreghentino; l’impianto elettrico, alla ditta Missaglia di Galbiate. «Un ringraziamento va alla ”Colombo Ponteggi Srl” di Dolzago. Come si accennava, il costo della ristrutturazione è ingente – ribadisce Negri - Chiunque può contribuire con un bonifico in “Banca della Valsassina - Credito Cooperativo”, filiale di Galbiate, intestato a Parrocchia San Giovanni Evangelista, specificando che si tratta di un contributo alla ristrutturazione del cine-teatro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA