I ragazzi e la solidarietà    La raccolta è stata ricca
Sul lungo Adda i ragazzi che hanno partecipato alla giornata di solidarietà

I ragazzi e la solidarietà

La raccolta è stata ricca

Gli studenti delle medie impegnati in un giro casa per casa

Il bilancio: una tonnellata di alimenti in scatola e a lunga conservazione

Ragazzi della scuola media e dell’oratorio, professori, genitori, e i migranti tutti uniti per dare un aiuto concreto alle famiglie olginatesi in difficoltà.

È stata una lunga giornata di lavoro, ma anche di solidarietà, generosità e amicizia, quella che hanno vissuto i numerosi ragazzi e adulti che hanno dato vita alla raccolta di viveri promossa dalla scuola media “Giosuè Carducci”, dell’oratorio San Giuseppe a favore del gruppo Caritativo parrocchiale. I volontari della parrocchia di sant’Agnese provvederanno a confezionare, grazie agli alimenti raccolti (una tonnellata di cibo), più di 60 pacchi viveri che ogni mese vengono consegnati agli olginatesi in difficoltà economica

L’iniziativa solidale ha coinvolto davvero tantissime persone. I ragazzi e le ragazze dell’oratorio e del laboratorio scolastico “Volontario anch’io”, con il loro professore Marco Rigamonti, hanno girato di casa in casa per raccogliere cibo in scatola, ma anche riso, pasta farina e alimenti per neonati. Il tutto accompagnati dai genitori e dai richiedenti asilo. La generosità del paese si è fa sentire e vedere anche questa volta. Il punto di raccolta allestito alla scuola media è stato invaso da chili e chili di generi alimentari.

Il professore Rigamonti ha spiegato: «Un pomeriggio preparato nei minimi dettagli per coinvolgere veramente tutti in questa gara di solidarietà. Insieme a noi hanno dedicato il loro tempo e le loro energie Alfred, Cristian, Bamba e Mamadou del Ghana, Mali e Costa d’Avorio. Devo dire che questi ragazzi si sono subito integrati ed hanno dimostrato che lo spendersi per gli altri ha ancora un enorme valore. Tutto quanto raccolto potrà essere davvero un aiuto concreto a chi manca del necessario. Infine volevo sottolineare come il coinvolgimento e il lavoro in rete sia stato una bellissima testimonianza di vita comunitaria».

E ha concluso :«È stata davvero una giornata fantastica e resa meravigliosa per la presenza, la disponibilità e la generosità di tantissimi ragazzi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA