“Giir di mont”, Premana si mobilita

L’evento La classica gara di corsa in montagna torna dopo la pandemia

“Giir di mont”, Premana si mobilita
La corsa ogni anno coinvolge migliaia di persone tra atleti, staff, organizzatori e pubblico

Si avvicinano le date del 30 e 31 luglio, giorni della ripartenza del “Giir di mont”, la classica gara di corsa in montagna sui dodici alpeggi di Premana che torna per l’edizione numero 28 con tante novità dopo la pausa per la pandemia che ha tenuto fermi gli atleti.

Come ha avuto modo di dire il vice sindaco Domenico Pomoni presentazione dell’evento sportivo (ma non solo) alla Cascina Don Guanella di Valmadrera «vedere in piazza a Premana un formicaio di persone, è motivo di orgoglio» e nello stesso tempo di «consapevolezza della capacità di resistenza e resilienza dei permanesi».

I ragazzi del Comitato dell’As Premana stanno lavorando alacremente per mettere a punto tutti i dettagli dell’organizzazione, dalla preparazione dei sentieri agli aspetti più pratici.

Non è solo l’associazione sportiva però ad essere impegnata: ci sono anche la altre associazioni che collaborano in modo corale per far riuscire al meglio la manifestazione, dalle compagnie degli alpeggi al Coro Nives che gestirà il catering di questa edizione.

Altro lavoro dietro le quinte, iniziato già da parecchie settimane, quello della Rete di imprese Montagne del lago di Como che si occupa dell’accoglienza degli atleti che devono soggiornare in strutture ricettive: «Ci troviamo a gestire due gare differenti - le parole del presidente Stefano Gianola – e la tipologia di richieste varia. Cerchiamo in ogni caso di dare il massimo. Il Giir di mont rimane comunque una vetrina di primaria importanza per mostrare la bellezza del nostro territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA