Garlate, Auto pirata urta ciclista:   «Si faccia vivo»
Stefano Sala a terra dopo essere stato urtato da un’auto pirata

Garlate, Auto pirata urta ciclista:

«Si faccia vivo»

Stefano Sala stava pedalando con lo zio verso Olginate quando è stato fatto cadere. Ora cerca il responsabile

Stava pedalando in compagnia dello zio quando un’auto in sorpasso lo ha urtato, facendolo cadere rovinosamente a terra. E come se non bastasse, l’automobilista si è dato alla fuga, lasciando ferito Stefano Sala, 25 anni di Cisano Bergamasco. È caccia a Garlate all’ennesimo pirata della strada.

I fatti risalgono a una settimana fa, ma visto che al momento il pirata è ancora senza volto, la vittima denuncia l’episodio, invita eventuali altri testimoni a fornire informazioni utili e soprattutto invita il colpevole a farsi avanti. A raccontare i fatti è il giovane ciclista ferito: «Martedì 21, alle 19.30 stavo andando in bicicletta insieme a mio zio, in direzione Olginate . Arrivati a Garlate, davanti al bar ristorante “Grotta Azzurra”,  siamo stati superati da un’auto».

A quel punto si è verificato il peggio. «L’auto ci ha superati in corrispondenza dello spartitraffico e mi ha urtato. Ricordo il colpo preso dallo specchietto e poi sono stato fatto cadere a diversi metri di distanza».

Nell’urto, il  casco che il giovane ciclista amatoriale indossava, si è spaccato a metà. Subito i presenti hanno soccorso Sala e richiesto l’intervento dell’ambulanza. «Ricordo solo che era una macchina grigia e che si è allontanata verso Garlate. Un testimone ha cercato di inseguirlo per cercare di leggere la targa, ma l’automobilista si è dileguato». Il ragazzo ha passato una notte in ospedale e riportato diversi traumi. «Ho sporto denuncia ai Carabinieri di Olginate e spero che qualcuno possa fornire informazioni utili alle indagini e che il responsabile si presenti alle Forze dell’ordine».n B.Ber.


© RIPRODUZIONE RISERVATA