Galbiate: «Villa Serena si vende»  Oggi il vertice decisivo con i sindaci
La residenza sanitaria assistenziale Villa Serena era costata la poltrona di sindaco a Giovanni Montanelli

Galbiate: «Villa Serena si vende»

Oggi il vertice decisivo con i sindaci

Il viceprefetto: «Decisione già approvata. Ora va tradotta in pratica»

Sindaci convocati (online) oggi «per discutere in merito alla cessione delle quote di Villa Serena Spa»: Laura Maria Motolese, il commissario prefettizio che governa Galbiate in attesa delle nuove elezioni amministrative, manda «avanti le carte» della questione più controversa degli ultimi anni, quella che ha infiammato il dibattito politico nella legislatura dell’ex sindaco Tino Negri.

«La cessione delle quote di Villa Serena Spa è un dato tecnico e non politico», è la posizione della viceprefetto. «Al commissario - ricorda la Motolese - spettano esclusivamente gli atti amministrativi, ma su quelli non può naturalmente transigere. La cessione delle quote è una previsione contenuta da tempo nel piano delle alienazioni del Comune e in questo contesto va vista. ».

Interpellate, è già ampiamente prevedibile la posizione che verrà espressa dalla grande parte delle altre amministrazioni oggi: tutti i consigli comunali dell’area (dall’Oggionese, all’Olginatese, fino a Malgrate) hanno infatti votato da anni l’assenso alla cessione e, anzi, in qualche caso l’hanno anche recentemente sollecitata, per incassare la somma prevista dai rispettivi bilanci, che ora - per il 2021 - si avviano a dover essere riapprovati a breve.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA