Galbiate, digitale lo storico archivio   Ora è accessibile con un clic da casa
Il pubblico presente in sala per l’illustrazione della digitalizzazione dell’archivio del professor Panzeri

Galbiate, digitale lo storico archivio

Ora è accessibile con un clic da casa

Il patrimonio di documenti del professor Giuseppe Panzeri si apre alla collettività Si accede dal sito istituzionale del Comune

Nel 1455, a Galbiate governavano i veneziani: con un solo clic, anche da casa, ora è possibile ricostruire questo e innumerevoli altri fatti, grazie agli archivi digitali ai quali hanno lavorato Lucia Ronchetti, direttore dell’Archivio di Stato di Como, e Arianna Mansalvi, ospiti in municipio per la presentazione.

Alla presidente della biblioteca, Rita Corti, è spettato dimostrare come, d’ora in poi, chiunque dotato di Internet potrà accedere a un’immensa mole di documenti, dal sito istituzionale del Comune, attraverso il link “Servizi alla persona”; troverà tre sezioni, si cui una dedicata all’illustre concittadino d’età napoleonica Pietro Custodi, l’altra all’ex sindaco e fondatore del Parco Monte Barro, Giuseppe Panzeri, infine la sezione storica di Galbiate dal 1455, appunto, al 1934 poiché, il 23 gennaio del 1949, un incendio divampò in municipio distruggendo oltre un decennio di materiali. «Si comprende ancora di più, quindi, l’importanza dell’archivio digitale, per non perdere il patrimonio documentale e, con esso, le radici della comunità».

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco

© RIPRODUZIONE RISERVATA