Galbiate, altra antenna in arrivo   Stavolta è 5G
Un’altra antenna stavolta 5G sta per sorgere a Galbiate oltre a questa già duramente contestata

Galbiate, altra antenna in arrivo

Stavolta è 5G

La presidente del Parco Monte Barro ha già dato il consenso con il parere favorevole dell’Arpa

Il sindaco però si oppone: «Dopo la vicenda di Villa Vergano siamo intenzionati a seguire la linea della prudenza»

Spunta un altro ripetitore per i telefonini: stavolta, è 5G, la controversa tecnologia contro cui si sta sollevando l’Europa.

Verrà collocato a Fogliaro, all’interno del perimetro del Parco Monte Barro e, anzi, su un’area dell’ente stesso, che ha già detto sì. Conferma la presidente, Paola Golfari.

L’istruttoria

«La commissione paesaggistica del Parco ha dato parere favorevole alla richiesta della società telefonica, che consisterà, di fatto, nell’aggiungere due pannelli sul palo già esistente; dal punto di vista dell’impatto, non sono state riscontrate storture rispetto alla situazione attuale. Quanto alla salute pubblica, è stata interpellata l’agenzia per l’ambiente Arpa, la quale ha dato parere anch’essa positivo. La scelta di Fogliaro – prosegue la presidente – risale ai primi anni 2000, quando Parco e Comune si accordarono per accorpare le antenne in un unico punto, evitando la diffusione incontrollata degli impianti, e per rispettare la distanza dalle abitazioni del paese».

Ma il Comune, stavolta, si opporrà: «A seguito della vicenda di Villa Vergano, dove un’antenna è stata recentemente collocata, e non 5G, abbiamo avuto modo di approfondire il tema informa il sindaco, Giovanni Montanelli – abbiamo deciso di scegliere la linea della prudenza».

Tutti i particolari su La Provincia di Lecco in edicola venerdì 29 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA