Fotografo olginatese  sul tetto del mondo
Una delle fotografie scattate ad Harar che ha vinto il prestigioso premio

Fotografo olginatese
sul tetto del mondo

Stefano Pensotti + stato incoronato come migliore fotografo di viaggio del 2018 a livello internazionale - Otto scatti da Harar, in Etiopia, gli sono valsi il prestigioso premio, che gli è stato consegnato a Londra

È il miglior fotografo di viaggio del 2018 ed è di Olginate. Si chiama Stefano Pensotti e ha sbaragliato una concorrenza a dir poco mondiale. Tra i fotografi di 142 nazioni e fra 20mila stupendi scatti pervenuti, la giuria del “ Travel Photographer of the Year 2018”, un premio importante, internazionale e molto ambito tra i maestri dello scatto, ha scelto proprio la serie di otto opere “firmate” da Pensotti.

Le ha scattate ad Harar, una città dell’Etiopia occidentale, sacra per l’Islam. Verranno esposta tra marzo e aprile dell’anno prossimo a Londra, e precisamente al London Bridge City. In questi giorni tante riviste specializzate, ma non solo, stanno contattando il fotografo olginatese per conoscerlo. Lo hanno chiamato dal Brasile, dalla rivista “Vanity Fair”, solo per fare alcuni esempi.

Insomma, dalle prime fotografie scattate a 14 anni, con la macchina fotografica “presa” al fratello maggiore, ne ha fatta di strada, Pensotti. Approfondita la tecnica, ha preso a viaggiare in lungo in largo per il mondo, fino a diventare un viaggiatore esperto che organizza spedizioni e accompagna appassionati in viaggi fotografici e workshop. Ha lavorato per agenzie e magazine, producendo anche reportage geografici e allestendo mostre.

Tutti i particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola mercoledì 19 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA