Fermi al Parco del Barro  Bonifacio cicerone
Il presidente Fermi, secondo da destra, in visita al Monte Barro

Fermi al Parco del Barro

Bonifacio cicerone

Galbiate: dalla Regione per ammirarne le peculiarità come la banca del germoplasma

Il Parco Monte Barro al centro dell’attenzione generale: ha ricevuto la visita del presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi, insieme al consigliere Mauro Piazza.

Col presidente Federico Bonifacio hanno ammirato, in particolare, la banca del germoplasma, che si trova nel Centro flora autoctona sviluppato dal Parco e riconosciuto dalla Regione stessa. Inoltre, l’antica Villa Bertarelli, che lo ospita, e il Centro turistico culturale dell’Eremo. «Una bella occasione – secondo Bonifacio - per far conoscere ad amministratori regionali alcuni dei nostri migliori progetti».

In questi giorni, inoltre, il Parco sta ospitando l’assemblea di Ribes, che è proprio la rete delle banche italiane del germoplasma (una risorse genetica determinante per la biodiversità): lunedì e ieri, a Villa Bertarelli si ritrovano, quindi, rappresentanze da tutt’Italia, sul tema del contributo di Ribes alle strategie per la conservazione delle piante nella prospettiva del 2020, data simbolo fissata nei protocolli internazionali per la svolta ambientale.

Per chi, invece, sale all’Eremo, è possibile apprezzare il nuovo manto stradale, che riveste – grazie all’intervento del Comune – la strada, prima martoriata dalle buche. «Negli scorsi anni – ricorda Bonifacio - il Parco aveva asfaltato il tratto di sua competenza, cioè i dintorni del Piazzale alpini; ora tutta la strada è stata riqualificata a dovere». Un intervento che, tuttavia, divide l’opinione pubblica, tra favorevoli al biglietto da visita turistico ed alla sicurezza dei visitatori, e chi avrebbe preferito dare la precedenza a strade più centrali di Galbiate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA