E adesso il biogas.   Per battere gli odori
Mauro Colombo, presidente di Silea (Foto by Foto Cardini)

E adesso il biogas.

Per battere gli odori

In programma l’incontro tra i vertici di Silea

e l’amministrazione provinciale di Lecco

Idea: dalla puzza, al biogas; è la trovata della società Silea, che gestisce – oltre al forno inceneritore di Valmadrera – anche il controverso impianto per il compostaggio dei rifiuti umidi ad Annone, fonte di un’estate d’odori.

Il 30 ottobre, è previsto l’atteso vertice in Provincia, ente che nei giorni scorsi ha raggiunto Silea con una diffida, intimandole d’attuare entro 60 giorni tutte le contromisure per eliminare il disagio, lamentato dagli abitanti di tre paesi.

Tra le soluzioni che verranno messe sul piatto, ci sarà anche quella del «digestore»: è una novità, che potenzierebbe la resa dell’impianto di Annone rendendolo inoltre pressoché interamente ermetico. Non ne potrebbe più fuoriuscire la puzza; se ne ricaverebbe inoltre non più soltanto il fertilizzante, finora peraltro perlopiù regalato ai cittadini che fanno la fila per ritirarlo; il biogas, invece, avrebbe un vero e proprio mercato.

L’articolo su La Provincia di Lecco del 29 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA