Da Garlate alla Cina che va veloce  La Carlo Salvi e il partner Cag
La Carlo Salvi di Garlate

Da Garlate alla Cina che va veloce

La Carlo Salvi e il partner Cag

La panoramica sulle collaborazioni estere del gruppo lecchese con sede a Garlate

La seconda tappa delle “Carlo Salvi stories”, i racconti del percorso umano e professionale che lega l’azienda di Garlate e alcuni dei partner più solidi con cui collabora, è dedicata alla cinese Cag, realtà tra le più quotate nel mercato interno e specializzata nella produzione e nella fornitura di fasteners per il settore aerospace.

Fondata nel 2009, l’azienda ha registrato sin da subito una forte espansione e oggi si propone come fornitore principalmente nel mercato cinese, tedesco e statunitense. Oggi conta 40 dipendenti e vanta uno stabilimento all’avanguardia all’interno del quale vengono sviluppati e prodotti particolari destinati ad un settore estremamente selettivo.

Le Carlo Salvi stories vogliono essere non solo un progetto dal grande valore relazionale, ma anche una nuova modalità di celebrare le storie di successo che si sono sviluppate nel tempo. Il primo capitolo è stato dedicato, qualche settimana fa, allo stretto rapporto con la barcellonese Celo, alla quale l’azienda garlatese ha fornito 15 stampatrici volte al rinnovo dello stabilimento produttivo nell’ottica di incrementarne l’efficienza.

Oggi, dunque, attenzione alla Cag, il cui incontro con la Salvi risale al 2010, «quando si è presentata la necessità di estendere il nostro business, installando una nuova linea per lo stampaggio di particolari – commenta il presidente Xu -. Tra i tanti possibili fornitori, abbiamo scelto Carlo Salvi per diverse ragioni. A giocare un ruolo chiave, sicuramente, la buona reputazione dell’azienda in tutto il settore e l’utilizzo delle sue stampatrici da parte dei principali produttori di fasteners mondiali. Anche i nostri partner hanno manifestato interesse sin da subito nei confronti di questa tecnologia, motivando ancor di più la decisione finale. Dopo aver installato la prima stampatrice i risultati in termini di velocità e di efficienza non hanno tardato ad arrivare, tanto che la nostra collaborazione è proseguita sino ad oggi».

Carlo Salvi ha fornito a Cag tre stampatrici a doppio colpo che consentono di organizzare il lavoro con una media di 8-10 turni a settimana. La prima linea di stampaggio è stata installata con lo scopo di aprire le porte ad un mercato che richiede particolari sempre più resistenti, customizzati e di ottima manifattura. I successivi investimenti hanno, invece, consentito di incrementare la capacità produttiva aziendale.

«Ciò che ci accomuna a Cag sono gli alti standard qualitativi che ogni giorno desideriamo garantire a tutti coloro che si affidano alla nostra tecnologia. Siamo certi di aver costruito insieme solide fondamenta per una collaborazione fruttuosa nel tempo», conclude il direttore operativo Salvi, Germano Pandiani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA