Cristina, un debutto con il botto  Bronzo mondiale nei 100 misti
La gioia di Cristina Isacchi dopo aver conquistato il bronzo mondiale

Cristina, un debutto con il botto

Bronzo mondiale nei 100 misti

Valmadrera: la nuotatrice è impegnata nella rassegna iridata Special Olympics negli Emirati Arabi

Prima gara e prima medaglia. Grande risultato per Cristina Isacchi, la giovane nuotatrice di Oltretutto 97 che ai Giochi Mondiali Special Olympics in corso ad Abu Dhabi da giovedì 14 a giovedì 21, ha conquistato la medaglia di bronzo nei 100 misti.

È stata una bellissima partenza, dunque, quella di Cristina, che nei prossimi giorni è attesa da altre due gare: i 100 stile libero e la staffetta 4x50 stile libero. Entusiasmo alle stelle per la giovane nuotatrice di Valmadrera, che ha trovato in Oltretutto 97 l’associazione ideale in cui esprimere le sue qualità.

«Sono molto contento – ci dice Ettore Fumagalli, presidente di Oltretutto 97 – e con me tutta l’associazione. Siamo felici anche e soprattutto per Cristina, che sta dimostrando anche in una manifestazione di livello mondiale tutte le sue qualità». Cristina Isacchi ha 19 anni, risiede a Valmadrera e frequenta l’ultimo anno dell’Istituto Parini a Lecco. La giovane lecchese è l’unica atleta lombarda a scendere in piscina e fa parte della delegazione italiana composta da 157 persone, tra atleti e tecnici. Quello a cui Cristina sta partecipando è un evento dai numeri incredibili: 7 mila atleti, 170 paesi del mondo, 2500 coach, 20 mila volontari, 24 discipline sportive, 500 mila spettatori previsti e 2 mila giornalisti e fotografi. La manifestazione, considerata il più grande evento umanitario e sportivo del mondo del 2019, è organizzata con cadenza quadriennale da Special Olympics, l’associazione sportiva che propone ed organizza allenamenti ed eventi per persone con disabilità intellettiva e per ogni livello di abilità, membro di Sport Accord e riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale.

La delegazione italiana partecipa ai Giochi Mondiali della capitale degli Emirati Arabi Uniti con un team composto da 115 atleti, 39 tecnici e 3 delegati, per un totale di 157 azzurri, impegnati in ben 14 discipline. Quest’anno Special Olympics Italia promuove inoltre la campagna di raccolta fondi “Adotta un campione”, con l’ obiettivo di coprire le spese della trasferta degli atleti italiani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA