«C’è bisogno di potenziare la linea»  La richiesta del Comitato pendolari del Meratese
La stazione ferroviaria di Cernusco-Merate

«C’è bisogno di potenziare la linea»

La richiesta del Comitato pendolari del Meratese

La realtà che riunisce i viaggiatori del Meratese si è ritrovata in assemblea

«I nuovi treni Milano Rogoredo Lecco siano garantiti ogni ora anche a Osnago e Olgiate»

Rinviato lo spostamento dei “direttini” da e per Lecco che arrivavano alla stazione Milano Centrale a quella più decentrata di Rogoredo. La modifica, come annunciato da Francesco Ninno, portavoce dei pendolari meratesi, è stata comunicata giovedì sera nel corso dell’assemblea convocata sulla questione pendolari dalla lista “Un passo avanti insieme”, a cui ha partecipato anche il consigliere regionale Raffaele Straniero.

Il risultato è arrivato grazie alla sollecitazione del comitato e dei sindaci, ma non si sa quanto tempo si è guadagnato. Ninno ha riferito che le cose resteranno come sono «fintanto che c’è l’emergenza».

Si pensa quindi fino al 31 dicembre. Salvo che per il più importante, quello delle 719 da Lecco, per cui il cambio dovrebbe avvenire, stando all’orario, già dal primo settembre. Poi, si vedrà.Nel momento in cui verranno attuate, le modifiche riguarderanno quattro treni: oltre frequentatissimo 2895 delle 7.19 da Lecco (che passa alle 7.38 a Cernusco) e il 2857 delle 8.21 (che ferma solo a Calolziocorte e Carnate) al mattino, nonché, alla sera, il 2874 delle 17.50 e il 2876 delle 18.48 da Milano Centrale. Pur avendo ottenuto la vittoria a una prima battaglia, il comitato non si ferma.

«Il comitato pendolari del Meratese - spiega Ninno - non vuole arroccarsi in una posizione di cieca e ottusa difesa dello status quo. Riteniamo opportuno un confronto per valutare se esistano soluzioni alternative: si potrebbe pensare di tenere almeno un treno al mattino e uno alla sera su Centrale (il 2895 e il 2874) e attestare invece un paio di treni della Milano-Lecco-Sondrio-Tirano su Rogoredo, dando così anche alla Valtellina la possibilità di raggiungere senza cambi l’aeroporto di Linate e la stazione di Rogoredo coi suoi collegamenti dell’alta velocità».

L’articolo completo sull’edizione di sabato 23 luglio 2021 de La Provincia di Lecco


© RIPRODUZIONE RISERVATA