Carenno, cane muore   dopo le minacce
Daniele Rigamonti con il suo cane Lupo

Carenno, cane muore

dopo le minacce

Il proprietario: «È stato avvelenato, farò denuncia»

Le minacce di un anno fa, purtroppo, sembrano aver avuto un seguito concreto: Lupo, bellissimo pastore maremmano di nemmeno tre anni, è stato trovato morto nel giardino di casa, ucciso probabilmente con un pesticida utilizzato per contrastare la presenza delle lumache negli orti.

«Il tuo cane abbaia in continuazione di notte. Il veleno l’abbiamo già comprato, quindi o ci pensi tu o ci pensiamo noi...». La lettera ricevuta nella primavera dello scorso anno recava un messaggio chiaro, tanto che il proprietario di Lupo, Daniele Rigamonti, si era rivolto ai carabinieri per sporgere denuncia. A un anno di distanza, quelle minacce si sono concretizzate. La scorsa settimana una persona è stata notata durante la notte nei pressi della casa di Rigamonti, intenta pare a lanciare qualcosa. La mattina dopo, quando la famiglia si è svegliata, per il cane non c’era già più nulla da fare. Lupo è stato portato dal veterinario per l’autopsia, i cui esiti conclusivi non sono ancora arrivati; l’esame però ha evidenziato la presenza di una sostanza verdastra nell’organismo del cane, riferibile con tutta probabilità a un lumachicida.

«Ho forti sospetti su una persona in particolare - dice Rigamonti - Tutto quello che so lo segnalerò ai carabinieri quando andrò a sporgere denuncia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA