Brambilla non si ripresenta  Colombo candidato sindaco
Alcuni componenti del gruppo di maggioranza “ Rinnovamento e partecipazione”

Brambilla non si ripresenta

Colombo candidato sindaco

ValgreghentinoLa scelta del gruppo “Rinnovamento e partecipazione”

Il primo cittadino non si ricandida e si punterà sul giovane assessore

Adesso è ufficiale: il sindaco uscente Sergio Brambilla ha deciso di non tentare il secondo mandato ma di lanciare la candidatura del giovane assessore Matteo Colombo.

È il gruppo attualmente in maggioranza, “Rinnovamento e Partecipazione” a rivelare per primo, in questa tranquillissima campagna elettorale, il nome del primo candidato sindaco.

«Il mio non è un addio»

La presentazione ufficiale si è tenuta ieri pomeriggio, nella nuova sala polivalente del centro civico di Villa San Carlo. E Brambilla ha preso la parola, ringraziando gli assessori, i consiglieri comunali e i componenti del suo gruppo per il lavoro e l’impegno e per i risultati raggiunti. Quindi ha annunciato: «Dopo 25 anni di impegno politico, per motivi professionali e personali ho deciso di non candidarmi. Il candidato di “Rinnovamento e Partecipazione” è l’assessore Matteo Colombo».

E ha precisato: «Il mio non è un addio, ma continuerò a dare il mio sostegno al gruppo di cui continuo a condividere idee e progetti». L’attuale sindaco ha lasciato intendere che non punterà al ruolo di vicesindaco né di assessore, ma sosterrà comunque il gruppo.

Quindi ha elogiato il giovane candidato: «Ringrazio Matteo per aver accettato. È un giovane capace e molto conosciuto, con lui si è dato nuovo impulso alla biblioteca, si è dato vita alla Pro loco e a tante iniziative che hanno fatto conoscere il paese, come la camminata enogastronomica che attira 750 iscritti e offerto tantissime iniziative culturali»

«Impegno e partecipazione»

A quel punto, il primo candidato per le amministrative di Valgreghentino, 29 anni ancora da compiere, si è presentato: «Tutti noi puntavamo a sostenere il sindaco in un secondo mandato, ma abbiamo compreso le sue motivazioni. Ho accettato la proposta di candidarmi con entusiasmo, dopo essermi consultato anche con le persone che mi sono vicine, anche perché sono consapevole che questa è una scelta di vita».

E ha aggiunto: «Mi pongo in continuità con quanto portato avanti finora dal sindaco e dal gruppo. Continueremo a coinvolgere e informare la popolazione in un’ottica di partecipazione». «Le disponibilità del comune sono quelle che sono, lo sappiamo, ma siamo riusciti ad ampliare il cimitero di Villa San Carlo, trasformare l’ex scuola in un polo civico, per fare alcuni esempi. Altre piccole grandi opere saranno avviate nelle prossime settimane, ma il nostro impegno per Valgreghentino e i valgreghentinesi è e sarà quotidiano».


© RIPRODUZIONE RISERVATA