Addio a Padre Crimella  Missionario morto di Covid
Padre Severino Crimella in un’immagine recente (Foto Sandro Menegazzo)

Addio a Padre Crimella

Missionario morto di Covid

Commozione a Valmadrera, dove il religioso era nato nel 1930

Il decesso è avvenuto nella casa del Pime, a Rancio di Lecco

Padre Severino Crimella, nato il 29 settembre 1930, entrò in seminario a 12 anni, a una settimana dalla morte della madre, Rosa Dell’Oro; frequentò anche la scuola di arte sacra “Beato Angelico”. Ordinato presbitero nel 1955 da Montini, fu prefetto del pontificio istituto Pime a Treviso e animatore a Milano e a Lecco; nel 1959 partì per il sud del Brasile: nel seminario di Assis fu dal 1960 al 1966; poi divenne rettore a Tubarão. Dal 1967, rientrato in Italia, fu rettore della casa di Busto Arsizio, per poi assumere lo stesso incarico a Sotto il Monte e, nel 1972, divenire Superiore regionale dell’Italia settentrionale, rieletto nel 1976: in questo ruolo, nel ’73, incontrò madre Teresa di Calcutta, a Milano. Padre Severino divenne infine assistente generale dell’istituto. Nel 1989 ripartì per il Brasile, per dirigere il seminario dell’Istituto a Palhoça, poi di Florianópolis. Etto per due volte (nel 1996 e 2000) superiore regionale della Circoscrizione Brasile Sud, nel 2012 si ritirò a Ibiporã. Dopo il definitivo rientro in Italia, nel giugno del 2019 concelebrò a Valmadrera nell’ordinazione a missionario proprio del Pime di Alessandro Canali, che così lo ringraziò: «Ho conosciuto persone dal cuore grande che mi hanno incoraggiato verso questo traguardo. Grazie al Prime (...), ho imparato che l’incontro con l’altro è la sfida per cui vale la pena mettersi in gioco».


© RIPRODUZIONE RISERVATA