A Consonno regna il degrado   È crollata la pagoda cinese
La pagoda cinese che non ha retto al lungo stato di abbandono. E si è piegata su se stessa

A Consonno regna il degrado

È crollata la pagoda cinese

Un inarrestabile declino per la mai nata Las Vegas della Brianza

La struttura sorgeva nella piazza situata nella zona che da tempo è vietata e recintata

I ruderi della vecchia “Città del divertimento” a Consonno stanno cadendo a pezzi. Nei giorni scorsi è crollata la pagoda cinese, la struttura che capeggiava nella piazzetta, sopra una delle fontane che abbellivano la piccola Las Vegas della Brianza. Non si sa al momento se si sia trattato di un atto di vandalismo o di un cedimento frutto del degrado, ma la Consonno del conte Mario Bagno ha perso un altro pezzo.

Il crollo si è verificato alcuni giorni fa, per fortuna non ci sono stati feriti, e come detto si sa nulla sulle possibili cause. Ma dell’accaduto sono stati informati sia l’amministrazione comunale che la Protezione civile e l’associazione “Amici di Consonno”. Non si esclude che il cedimento della pagoda cinese sia stato accidentale. Il portale in stile “Celeste impero”, come tanti altri ruderi della Consonno trasformata negli anni Sessanta, era già malconcio. Potrebbe essere crollato a causa del vento e delle forti piogge di marzo, come successo a tanti alberi nei boschi che circondano la collina. Non si può non considerare nemmeno la possibilità di un’azione dei vandali.

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco


© RIPRODUZIONE RISERVATA