Martedì 02 Giugno 2009

Berlusconi: A Prato i militari contro 'invasione cinese'

Prato, 2 giu. (Apcom) - Prato sarà una delle prime dieci città in cui verranno inviati i militari per sostenere il lavoro delle forze dell'ordine. A prometterlo è lo stesso presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi oggi in visita alla città toscana per sostenere al candidatura a sindaco di Roberto Cenni e alla presidenza della Provincia, Cristina Astucci. "Prometto al futuro sindaco e al presidente della Provincia - dice Berlusconi - di venire qui a cena a festeggiare la vittoria ma, soprattutto, di avviare con il ministero dell'Interno una particolare azione di indagine per verificare l'attuale situazione della vostra città" che è colpita - secondo gli esponenti del Pdl locale - da una scorretta competizione da parete di imprenditori cinesi nel settore tessile. "Con il ministero dell'Economia - continua il premier - lavoreremo per rilevare e quindi sanzionare eventuali infrazioni alla legge italiana". Questo lavoro verrà svolto anche con l'ausilio "dei militari che ora stiamo nella direzione di usarli in aiuto alle forze dell'ordine. Ci sarà un aumento di militari che pattuglieranno a piedi la vostra città. Prometto che Prato sarà tra le prime dieci città in cui decideremo di impiegarli".

Pat/Cci

© riproduzione riservata