Un super Antonioli  alle Grigne Skymarathon
La gioia dipinta sul viso - stravolto dalla fatica - di Daniel Antonioli mentre taglia il traguardo a Pasturo

Un super Antonioli

alle Grigne Skymarathon

Il lecchese vincitore della prova di Coppa del mondo a Pasturo, condizionata dal maltempo.

Le pessime condizioni meteo hanno spinto gli organizzatori della 1a edizione della Grigne Skymarathon - inserita nel circuito Skyrunning World Series, vale a dire la Coppa del mondo di specialità di cui rappresenta la 2a tappa - a sviluppare un percorso fortemente ridotto, ma lo spettacolo non è comunque mancato a Pasturo.

L’evento, con il palio il Trofeo Davide Invernizzi, ha visto in cabina di regia il Team Pasturo, i Falchi Lecco e il Gsa Cometa. Grande protagonista, oltre ai 250 atleti al via, è stata la pioggia, che non ha però impedito di celebrare degnamente le vittorie finali di due dei grandi favoriti alla vigilia, ovvero il padrone di casa Daniel Antonioli tra i maschi e la statunitense Hyllary Gerardi in campo femminile.

Iniziamo dalle modifiche al percorso, ridotto a 23 km con dislivello positivo eliminando i passaggi più pericolosi su Grigna Settentrionale e Meridonale. La gara maschile ha premiato Daniel Antonioli (Team Scarpa) residente ai Piani Resinelli, capace di tagliare il traguardo in 1h58’04”, precedendo di soli 3” Cristian Minoggio dell’Autocogliati dopo uno sprint finale a dir poco emozionante.

A completare il podio è stato poi Luca Del Pero (Team Scarpa - Falchi Lecco), con il tempo di 2h00’57”.

Tra le femmine sorride Hillary Gerardi, atleta in gara per il Team Scarpa e il team Black Diamond, autrice di una gara in solitaria staccando la concorrenza già dopo i primi chilometri.

Gerardi chiude la gara in 2h24’28”, rifilando più di 6’ alla 2a, la spagnola Oihana Azkorbebeitia Urizar (Team Merrell, 2h30’37”). Terzo gradino del podio per la prima italiana, la legnanese Fabiola Conti dell’Autocogliati, brava nel finale ad avere la meglio su Francesca Rusconi (Team Pasturo) e fermare il cronometro a 2h31’10” contro il tempo di 2h31’43” della valsassinese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA