Sondrio-Lecco, derby atteso

I blucelesti sanno di rischiare

Valtellinesi giustamente temuti in una sfida apertissima (14,30 con diretta web) De Paola: «Non guardo la classifica, sarà guerra e servirà concentrazione»

Sondrio-Lecco, derby atteso I blucelesti sanno di rischiare
Luciano De Paola, mister del Lecco, non nasconde di temere la trasferta di Sondrio in programma oggi
(Foto di foto menegazzo)

È tutto pronto per il derby del lago contro la valle. Domenica alle 14,30 allo stadio di Sondrio “La Castellina” sono attese temperature polari, a seguire le previsioni. Ma nonostante tutto si giocherà perché il campo, assicura la società valtellinese, è a posto. Niente pericolo ghiaccio, per intenderci, come temuto qualche ora fa. Ma il pericolo vero è il Sondrio.

Ovvero una squadra esaltata dalla vittoria in trasferta a Mapello contro una diretta rivale per la salvezza. Un ex come mister Alberto “Bebeto” Bertolini che vorrà fare a tutti i costi lo scherzetto al suo amato Lecco. E un Lecco non più incerottato ma pur sempre privo di qualche pedina importante.

Questa volta è il difensore-rivelazione Antonio Pergreffi, squalificato (dietro ci saranno Turati, Redaelli e Meyergue). Anche il Sondrio ha tre assenze per squalifica, ma il Lecco lamenta, oltre a Pergreffi, l’incertezza su França. Gioca o non gioca. Il mister deciderà prima del fischio d’inizio.

«Ci faranno la guerra. Già è una partita molto sentita perché, come tutti i derby regionali, è una partita comunque ricca di stimoli - spiega De Paola -. Loro poi sono ultimi e noi stiamo nelle sfere alte, per cui sarà una grande battaglia. Siamo ancora rammaricati per quanto successo domenica, contro il Monza, ma dobbiamo guardare avanti. Tutte le partite sono importanti e l’attenzione e la concentrazione la fanno da padrona in gare di questo tipo. Oggi speriamo di non dimenticarcelo. Io non guardo la classifica».

Due pagine sul match e la serie D su La Provincia di Lecco in edicola domenica 17 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA