Senza aiuti il Basket Lecco   rischia la fine
Lecco salvo dopo la vittoria nella fase playout contro Lugo ma per assicurarsi la B ora servono soldi

Senza aiuti il Basket Lecco

rischia la fine

Serie B. Un mese per trovare 150 mila euro su un totale di 350 mila che rappresenta il costo di una stagione. In assenza di risposte dagli sponsor, il titolo sportivo verrebbe ceduto e si continuerebbe con le giovanili

“Booom”, ecco il botto: se entro una trentina di giorni il Basket Lecco non troverà risorse per almeno 150mila euro – in forma di sponsorizzazioni o attraverso l’ingresso di nuovi soci – effettuerà l’iscrizione al campionato per poi cedere i diritti a una delle tantissime piazze rimaste “orfane” di una squadra di pallacanestro, pur avendo magari gran pubblico e palazzetto degno.

E questa volta non si tratta dell’ennesima boutade d’inizio estate da parte del presidente Antonio Tallarita che pure da un decennio porta avanti (insieme alla sua vice presidente e ds Florinda Rotta) le sorti del sodalizio (per lui tre promozioni e tre categorie salite).

Pare che davvero i conti non tornino. Così è di ieri pomeriggio il comunicato della società, firmato dal suo massimo dirigente: «La nostra attuale situazione economica non è in linea con le spese necessarie per affrontare un’altra stagione di Serie B, pertanto siamo alla ricerca di uno o più sponsor in grado di permetterci di andare avanti. In caso contrario saremo nostro malgrado costretti a sondare il mercato per un’eventuale cessione del diritto sportivo».

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola venerdì 7 giugno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA