Salò-Aprica,
quante emozioni

Giro d’Italia. Mortirolo, Santa Cristina, a trionfare è stato il trentunenne della Repubblica Ceca, Jan Hirt. Grande pubblico lungo tutto il percorso. Secondo Arensman, terzo Hindley ora a tre secondi dal leader Carapaz

Salò-Aprica, quante emozioni
L’arrivo in solitaria del ceco Jan Hirt, vincitore della Salò-Aprica

Jan Hirt della Intermarché Wanty Gobert ha trionfato ieri nella Salò-Aprica, la sedicesima tappa del Giro d’Italia che presentava le temute ascese del Mortirolo dal versante di Monno e nel finale al valico di Santa Cristina.

All’arrivo il trentunenne della Repubblica Ceca che già nel 2019 al Giro fu grande protagonista nella tappa con il Mortirolo, ha festeggiato il primo successo in carriera al Giro precedendo di una decina di secondi l’olandese Thymen Arensman (Team Dsm). Terzo posto con tanto di abbuono per Jai Hindley che ha accorciato lo svantaggio nella generale dall’ecuadoregno Richard Carapaz sempre in maglia rosa ma distante appena tre secondi alla ripartenza di mercoledì con la frazione che da Ponte di Legno approderà a Lavarone.

Il tappone di questo martedì, Sforzato Wine Stage, era decisamente il più atteso dell’ultima settimana di giro che terminerà domenica all’Arena di Verona dopo la cronometro. Lo show ieri non è mancato.

Tutti i dettagli e tante altre foto, negli ampi servizi delle tre pagine speciali su “La Provincia di Sondrio” in edicola mercoledì 25 maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA