Runvinata per ottocento

Carlo Ratti è il vincitore

La competizione ha centrato ancora nel segno. Oltre al successo del “Falco” ok la Gianola. Sui percorsi corti anche famiglie con bambini. Ampio servizio su La Provincia di Lecco di domenica 14 settembre

Runvinata per ottocento Carlo Ratti è il vincitore
1Il vincitore della Runvinata, Carlo Ratti2 La partenza al Caleotto3 I concorrenti in un passaggio in altura
(Foto di foto menegazzo)

Sono stati circa 800 gli atleti che si sono presentati al via oggi pomeriggio dall’Oratorio del Caleotto, della seconda edizione della Runvinata, manifestazione di corsa in montagna inserita nel programma delle feste patronali della Comunità Madonna della Rovinata.

Tre i percorsi previsti, con gli specialisti della corsa in montagna che si sono dati battaglia su quello Rosso di 13 km con passaggio in vetta al Magnodeno e 1140 metri di dislivello.

A vincere è stato ancora una volta Carlo Ratti dei Falchi Lecco, già primo un anno fa.

Per lui una vittoria più sofferta rispetto alla precedente, come conferma subito dopo aver tagliato il traguardo: «Stavolta ho fatto più fatica perché non stavo benissimo, però dopo il successo nella prima edizione e correndo sulle mie montagne non potevo mancare». Alle sue spalle Roberto Artusi, portacolori del C.A. Lizzoli ed Eros Radaelli dei Falchi Lecco.

In campo femminile Maria Gianola dell’As Premana succede nell’albo d’oro a Chiara Fumagalli dei Bocia Verano Brianza che si era imposta nella prima edizione. Sul secondo gradino del podio sale invece Francesca Rusconi dei Falchi Lecco e sul terzo Teresa Castelnuovo, atleta di Suello tesserata per il Gsa Cometa.

Tante famiglie e soprattutto bambini sono stati invece protagonisti del percorso Verde di 4,7 km del percorso verde con 300 metri di dislivello transitando prima da Neguggio e poi dal Santuario della Rovinata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA