Runvinata, che festa  E il “Falco” Carlo Ratti  si conferma vincitore

Runvinata, che festa

E il “Falco” Carlo Ratti

si conferma vincitore

In 550 per i sentieri del Magnodeno. Il lecchese precede Artusi e Rigonelli - Rota ok nel corto. Tre i percorsi: partenza dal Caleotto e arrivo a Germanedo

Quarta edizione della Runvinata ieri pomeriggio, la gara di corsa in montagna sui sentieri del Magnodeno con al via 550 concorrenti.

Tre i tracciati predisposti dagli organizzatori, tutti con partenza dall’Oratorio del Caleotto e arrivo in quello di Germanedo. Il percorso rosso misurava 13,5 km con dislivello positivo di 1140 metri.

Dopo aver preferito il percorso giallo dodici mesi fa, Carlo Ratti dei Falchi Lecco è tornato a vincere nella gara più attesa, fermando il cronometro a 1:05.23 nel percorso rosso.

Alle sue spalle Roberto Artusi del Team Pasturo, primo nel 2015 e stavolta secondo in 1:06.13. A completare il podio Dario Rigonelli dell’Osa Valmadrera in 1:06.24.

In campo femminile successo di Sara Rapezzi, già vincitrice un anno fa, tagliando il traguardo in 1:23.28 con Vittoria Mandelli dell’Evolution Sport Team seconda in 1:28.25 e Daniela Gilardi della Sev Valmadrera terza in 1:31.23.

Distanza di 7,5 km, dislivello di 570 metri, per il percorso giallo, gara vinta dal 16enne Andrea Rota dell’Osa Valmadrera in 40.56. Sul secondo gradino del podio Stefano Meinardi (Atletica Lecco) in 43.53, terzo Andrea Locatelli (Falchi) in 44.09. Tra le donne vittoria di Aurora Invernizzi (Nordi Sky) in 55.24 precedendo Adelaide Sabrina Germani, seconda in 58.48, e Roberta Piloni (Osa Valmadrera), terza in 1:00.24.

Ampio servizio su La Provincia di Lecco con interviste e piazzamenti dei lecchesi in edicola domenica 11 settembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA