Picco, Mandello, Olginate        Il volley lecchese sorride
Le ragazze biancorosse dell’AcciaiTubi Pcco Lecco guidano la classifica del campionato di B1

Picco, Mandello, Olginate

Il volley lecchese sorride

L’Acciatubi è al comando in B1, la Cartiera dell’Adda ai vertici del torneo di B2

In serie C il sestetto della Gierre Scale ne ha vinte 7 su 7.

Territorio lecchese sempre più isola felice della pallavolo. Dalla B1 alla C le lecchesi si stanno facendo notare nelle prime posizioni di classifica. A cominciare dall’AcciaiTubi Picco Lecco, che guida il girone B di B1 a quota 19 punti con sei vittorie su sette gare. Nel prossimo turno (sabato alle 19.30) le biancorosse andranno a Bedizzole, poi chiuderanno il girone d’andata con tre scontri diretti con le bergamasche.

«La squadra e lo staff stanno lavorando duramente per trovare l’affiatamento migliore - precisa il direttore sportivo della Picco, Alessandro Alippi -. Questo periodo è uno scoglio molto complicato tra festività e partite difficilissime. Servirà la massima concentrazione. Ci sono squadre più attrezzate di noi per stare in alto, ma inaspettatamente con il duro lavoro e la forza di gruppo siamo in quella posizione. Siamo felici del recente ingaggio di Ilaria Garzaro, un rinforzo di spessore che va a chiudere il rooster e che ci aiuterà in termini di esperienza e di tecnica».

In serie B2 brilla la Cartiera dell’Adda Mandello del Lario, che viene da quattro 3-0 consecutivi e che ha perso una sola partita su sette. Squadra fisica e di talento, quella mandellese, che al momento occupa il quarto posto a 18 punti nel girone B e nel prossimo turno (sabato alle 18.30) andrà sul campo del Villa Cortese, terzo a quota 19.

«Le ragazze sono cariche e stanno giocando bene - spiega Silvia De Battista, dirigente della sezione volley della Polisportiva Mandello -. Ora per noi arriva la prova del 9, visto che affronteremo tutte le prime della classe. La stagione finora è ottima, a parte il passo falso con Cabiate, un ko arrivato più per demeriti nostri. Puntiamo ai playoff. Le più esperte fanno da chioccia alle più giovani. In questo senso abbiamo lanciato in prima squadra dei talenti del vivaio, come Giorgia Balza del 2005, Anna Lafranconi del 2006 e Lucia Balatti del 2005. Purtroppo per quest’ultima la stagione è finita per la rottura del crociato. Recuperiamo però Caterina Bellanca, che è rimasta ai box nelle ultime gare».

Andamento da rullo compressore per la Gierre Scale Olginate, che domina la classifica del girone C di C. Per le biancoazzurre un ruolino di marcia da sette vittorie su sette gare, di cui sei per 3-0. E sabato alle 21 andrà in scena il derby con il Galbiate.

«La squadra è stata costruita per stare nelle prime posizioni - conferma il direttore sportivo Davide Ronzoni -. Il fatto che siamo in testa e imbattuti è merito delle ragazze. L’atteggiamento è ottimo in allenamento, come l’approccio alle partite. Un plauso allo staff tecnico che sta facendo un grande lavoro sul gruppo. Siamo ambiziosi e non ci nascondiamo. Vogliamo stare il più possibile in alto, poi nello sport per arrivare al raggiungimento di un obiettivo non basta un fattore tecnico, ma ci vogliono una serie di elementi che si devono incastrare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA