Picco appesantita dal lavoro  Ma le indicazioni sono positive
Prima uscita della Picco Lecco

Picco appesantita dal lavoro

Ma le indicazioni sono positive

Primo test amichevole al Bione per il sestetto di coach Milano

Quattro set contro l’Albese di A2: è finita 2-2.

Buon esordio dell’AcciaiTubi Picco Lecco nel primo test amichevole della preseason contro la TecnoTeam Albese con Cassano di serie A2. Sul campo del Bione le due squadre hanno disputato quattro set complessivi, aggiudicandosene due per uno. Questi i punteggi dei set: 25-23, 15-25, 21-25 e 25-20.

Il commento di coach Gianfranco Milano: «Si è optato per un test infrasettimanale vicino a casa per evitare lunghi spostamenti - spiega -. Ho visto le ragazze a un buon livello. Sono abbastanza soddisfatto di come hanno avvicinato la gara, chiaramente siamo all’inizio e non possiamo aspettarci grandi prove. L’approccio è stato ottimo, ci siamo divertiti, anche se le cose non sono andate sempre bene, ma è normale in questo momento della stagione».

Come procede la preparazione dopo tre settimane di lavoro? «In questo periodo stiamo facendo un grande lavoro a livello fisico per mettere benzina nel serbatoio - rilancia -. Le prestazioni non sono brillanti ed è prevedibile. La velocità di gioco la stiamo cercando, ma non è un obiettivo immediato. Ricordiamoci che abbiamo parecchie esordienti, quindi c’è tanto da fare per quanto riguarda l’intesa in campo. Sui rapporti di collaborazione sono soddisfatto, c’è grande disponibilità da parte delle ragazze e questo è fondamentale. Speriamo, partita dopo partita, di trovare prestazioni sempre più positive».

Intanto la società sta provando a regalare a coach Milano un’altra centrale da aggiungere al roster. «Stiamo valutando alcune situazioni - rivela -. Al momento non c’è nulla di concreto, perché alcune ragazze che ci interessavano e abbiamo contattato hanno fatto altre scelte. Sicuramente interverremo prima della fine del mercato».

Le biancorosse torneranno in campo i prossimi sabato e domenica per una serie di allenamenti congiunti a Mariano Comense, ancora contro Albese e contro una squadra danese.

«In questo momento dobbiamo pensare principalmente a noi stessi, perché siamo una formazione che ha rinnovato molto - conclude -. Non partiamo più dai precedenti delle passate stagioni. Quindi saremo noi a dover dimostrare di essere all’altezza della Picco del passato. Credo che a livello di roster Costa Volpino sia la squadra da battere, poi ci sono tante realtà come noi che hanno cambiato molto. Ci sono formazioni molto giovani, che possono sempre risultare pericolose. Andranno affrontate tutte con il giusto rispetto. In questo momento restiamo focalizzati su noi stessi. Tra qualche settimana potremo avere più chiaro il livello del campionato e capire a che punto siamo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA