Olginate: resta Bloise  Il Bione campo di casa?
Conferma importante per Olginate quella del playmaker Giacomo Bloise

Olginate: resta Bloise

Il Bione campo di casa?

Fugati i dubbi, il club si iscrive. Addio a Tagliabue, Giannini, Avanzini e Lenti.

Restano incognite importanti, ma “il più” (il meglio) è ormai certo: la Nuova Pallacanestro Olginate sarà ai nastri di partenza anche la prossima stagione, come peraltro anticipato giorni fa. L’ufficialità è arrivata tramite la pagina Facebook del sodalizio cestistico biancoblù che ha anche teso a chiarire alcune (le prime) strategie di mercato: ringiovanimento, addio ad alcuni dei giocatori più importanti della storia recente e un nuovo coach. Come già annunciato, l’allenatore Manuel Cilio si troverà dunque a lavorare con un gruppo giovane, che punterà a una salvezza tranquilla.

Questo il testo del comunicato: «Npo ha completato l’iscrizione al prossimo campionato di serie B nazionale. Al termine del confronto sui programmi avuto con l’attuale amministrazione comunale. In base a un approfondimento necessario in termini di valutazione e alle risposte entro la fine del mese di luglio, la società deciderà quale sarà il campo di gioco. Nel frattempo la società ringrazia in modo particolare Marco Tagliabue per l’importante contributo dato in questi anni; coach Max Oldoini per serietà e qualità del lavoro e di seguito Filippo Giannini, Giovanni Lenti, Patrick Avanzini, Michele Tremolada, Luca Donegà per l’importante contributo nel raggiungimento gli obiettivi del sodalizio. Augurando ad ognuno di loro le migliori soddisfazione sotto il profilo personale e sportivo. seguiranno nei prossimi giorni aggiornamenti relativi alla prossima stagione».

Scontato l’addio al bravo Oldoini - capace di pilotare la squadra fuori dalle “secche” del rischio playout, fra mille difficoltà e dopo un inizio (con coach Contigiani) “balbettante” -, la prima notizia è quella dei saluti all’ormai ex capitano Tagliabue che dopo sei stagioni lascia Olgibasket. Addii anche per Giannini che torna in Toscana (vicino a Empoli), Patrick Avanzini e i giovani Michele Tremolada e Luca Donegà. E il centro Giovanni Lenti (accasatosi alla Pielle Livorno).

Confermati Andrea Negri, e soprattutto Giacomo Bloise che pareva destinato a Vigevano; insieme a loro anche Andrea Ambrosetti e Luca Brambilla. Ma al di là quelle questioni di mercato, una nota emerge chiara: i lecchesi non sono certi di giocare al PalaRavasio, il cui parquet è considerato al limite del praticabile, malgrado gli interventi (superficiali) di questo inverno, successivi alle copiose infiltrazioni d’acqua.

Così il ds Fabio Ripamonti si sta guardando intorno. Probabile lo spostamento della sede di gioco nel vicino palazzetto del Bione di Lecco, dove però il campo è in attesa di una ri-omologazione.

Altre strade praticabili sono Le Bocce di Erba o il palazzetto di Bernareggio. Peraltro già un anno fa Np Olginate aveva cercato di sbarcare a Lecco (da allora priva di una prima squadra in terza serie), ma il tentativo si era rivelato vano per una serie di problematiche. Sarà Lecco quindi la sede di gioco di Olgibasket per la prossima stagione o l’amministrazione comunale olginatese verrà incontro alle esigenze del sodalizio biancoblu? Entro un paio di settimane la risposta definitiva.


© RIPRODUZIONE RISERVATA