Maratonina di Lecco  La carica dei seicento  Claut è il più veloce

Maratonina di Lecco

La carica dei seicento

Claut è il più veloce

Sotto la pioggia l’atleta della Riccardi brucia tutti. Ha preceduto sul podio i due lecchesi Molteni e Rizzi. Al femminile Iozzia fa gara in solitaria, sesta la Fazzini

Grande successo, malgrado il maltempo, ieri mattina a Lecco per la terza edizione della Maratonina d’Autunno, organizzata dalla Spartacus Triathlon Lecco del presidente Renzo Straniero. Alla partenza situata in viale Brodolini, di fronte al Palataurus, ben 615 concorrenti, pronti a sfidare freddo e pioggia per portare a termine la gara, organizzata come di consueto sulla distanza dei 21,097 chilometri.

Il percorso è stato disegnato lungo la pista ciclopedonale che costeggia il fiume Adda. Percorso che ha attraversato, nell’ordine, i comuni di Vercurago, Calolziocorte, Olginate, Garlate, Pescate, Galbiate, Malgrate per poi fare ritorno a Lecco sul traguardo posto esattamente nella zona di partenza.

A vincere è stato Alessandro Claut, portacolori della Riccardi Milano, tagliando il traguardo in 1:11.18 e succedendo nell’albo d’oro a Daniel Antonioli, vincitore nel 2014 e Alessandro Spanu vuncitore lo scorso anno.

Dietro di lui arriva Giuseppe Molteni, oggionese della Daini Carate Brianza, staccato da Claut nella seconda parte di gara e secondo proprio come un anno fa, fermando questa volta il cronometro a 1:11.49. Sul terzo gradino del podio è invece salito Fabio Rizzi del C.A. Lizzoli, autore di una bella rimonta e capace di staccare la concorrenza negli ultimi chilometri andando a chiudere in 1:13.34.

In campo femminile dominio assoluto di Ivana Iozzia, brava a prendere il largo sin dai primi chilometri e tagliare il traguardo in1:18.23 con un ottimo nono posto generale. Brava anche Simona Fazzini del Premana, sesta in 1:30.41 assicurandosi il successo di categoria tra le SF35.

I risultati dei lecchesi su La Provincia di Lecco in edicola lunedì 7 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA