L’Olginatese guarda avanti

sabato arriva l’Arconatese

Dopo il ko beffa, Non c’è tempo per i rimpianti: Bianconeri con la testa alla sfida-salvezza

L’Olginatese guarda avanti sabato arriva l’Arconatese
Giovanni Arioli, Olginatese

Inizia oggi la prima settimana di lavoro post partita del nuovo anno bianconero.

Anno che non è iniziato nel migliore dei modi, ma una sconfitta in casa della capolista – insieme al Gozzano – Caronnese si poteva tranquillamente mettere in conto. Il rammarico, semmai, sta in quel rigore fallito all’ultimo istante da Castagna, che avrebbe potuto regalare un punto preziosissimo per la classifica e per il morale.

Acqua passata. All’orizzonte c’è una gara che l’Olginatese non può invece permettersi di sbagliare. Sabato – match anticipato di ventiquattrore a causa del seguente turno infrasettimanale – i ragazzi di Giovanni Arioli affronteranno il primo scontro diretto per la salvezza del girone di ritorno. In via dell’Industria arriverà infatti l’Arconatese, formazione che segue in classifica i bianconeri a quattro punti di distanza, quartultima in classifica insieme al Seregno.

Dopo i digiuni contro Pro Sesto e Caronnese, nel match con la formazione milanese sarà fondamentale tornare a vincere, ottenendo un successo conquistato soltanto una volta nelle ultime sei partite (il 10 dicembre nella sfida casalinga contro il Derthona). Arioli dovrebbe riavere a disposizione l’intera rosa. Tornerà sicuramente capitan Menegazzo dopo la squalifica, ma anche Fabiani è sulla via del recupero dopo l’influenza che lo ha tenuto fuori a Caronno Pertusella. In miglioramento pure le condizioni di bomber Canalini, palesemente rallentato domenica dopo essersi rimesso in piedi in fretta e furia anche lui da uno stato influenzale.

Contro, l’Olginatese troverà una formazione disperatamente bisognosa di punti per non perdere troppo terreno dalla zona salvezza. Piegata in casa dalla Folgore Caratese nel primo match del 2018, l’Arconatese ha perso le ultime tre partite, non conquista punti dall’uno a uno casalingo del 3 dicembre contro l’Oltrepovoghera e non vince dall’uno a zero di Casale Monferrato ottenuto una settimana prima.

Per i bianconeri quella contro i gialloblù sarà la prima di tre sfide racchiuse in soli nove giorni e che già potrebbero regalare punti importanti nella corsa verso la salvezza. Mercoledì seguirà la trasferta di Borgosesia, domenica prossima un altro scontro diretto casalingo contro il Pavia che darà inizio a una lunga serie di sfide contro le concorrenti per la salvezza: Castellazzo, Seregno, Borgaro Nobis e Chieri saranno le successive avversarie in un mese che molto potrà dire sulle possibilità di permanenza in categoria dell’Olginatese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA