Leone vuol ruggire al Tricolore
«Sì, il podio è il mio obiettivo»

Domenica in Friuli il nibionnese corre il campionato italiano. Negli Under 23 è tra i favoriti: «Il percorso va su e giù, come piace a me».

Leone vuol ruggire al Tricolore «Sì, il podio è il mio obiettivo»
Samuele Leone, 20 anni, ciclocrossista di Nibionno ai vertici nazionali della categoria Under 23

«L’obiettivo è sicuramente il podio, ma tanto dipenderà da come si metterà la gara».

Fresco di una serie di prestazioni confortanti nel corso della stagione, Samuele Leone guarda con relativa tranquillità al campionato italiano di ciclocross in programma domenica a Variano di Basiliano, in provincia di Udine.

Il corridore di Nibionno, infatti, è sicuramente tra i quattro, cinque nomi accreditati alla vittoria nella categoria Under 23, una consapevolezza che, però, non deve trarre in inganno, specie pensando agli imprevisti di ogni tipo che questa disciplina sa regalare ai suoi appassionati.

«Parto per l’Italiano per provare ad andare a podio», racconta Leone che, dopo aver battagliato per buona parte della stagione con avversari del calibro di Filippo Fontana, Davide Toneatti, Lorenzo Masciarelli e Federico Ceolin, se li ritroverà più o meno tutti fianco a fianco nella prova che vale la maglia tricolore.

«Nel ciclocross è difficile fare previsioni. Può succedere di tutto, regna l’incertezza e, dunque, meglio non sbilanciarsi», prosegue il portacolori della Guerciotti Selle Italia che, alle 11.10, sarà al via della prova di categoria.

A venirgli incontro, almeno al momento, sono le previsioni meteo. A lui, che per sua stessa ammissione ama «percorsi asciutti», il destino pare riservare una giornata in linea con le aspettative: «Inizialmente davano pioggia. Poi, le previsioni sono cambiate. Il percorso va su e giù, come piace a me. Le carte in regola, insomma, ci sono tutte», continua.

Lui, che l’Italiano l’ha già vinto, ma da Juniores, e a 20 anni può sognare il bis: «Due maglie, in fondo, sarebbe meglio di una, no?», scherza esorcizzando il valore di una corsa che porta con sé ben più di quanto il già importante titolo tricolore non dica.

Chi vince, infatti, otterrà il lasciapassare diretto per il Mondiale in America del prossimo mese. L’occasione, insomma, è ghiotta. Per Leone, l’unico imperativo è provarci, e farlo con tutte le sue forze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA