Lecco, niente ripescaggi   con la riforma della serie C
La curva dei sostenitori blucelesti in trasferta a Darfo Boario

Lecco, niente ripescaggi

con la riforma della serie C

Brutte notizie potrebbero arrivare dal cambio al vertice della Federazione dopo l’addio di Tavecchio - L’ipotesi di ridurre a due i gironi di Lega Pro farebbe venire meno una strada per il Lecco per tentare la risalita

Pausa forzata, pausa per ragionare, al di là del mercato, sulle realistiche strategie in via Don Pozzi, dopo che il primo posto sembra essersi allontanato in modo preoccupante.

Lecco che comunque sta cercando di rafforzarsi nel mercato invernale (sulla carta buoni gli acquisti del difensore Rea e del mediano Corteggiano), ma a che a breve potrebbe veder corposamente limitate le proprie speranze di salire in serie C già dalla prossima stagione. E non solo per questioni di “primo posto”...A troncare queste velleità, paradossalmente, potrebbe essere proprio il vergognoso ko dell’Italia alle qualificazioni Mondiali. Non tanto perché ha causato l’allontanamento di un Presidente come Carlo Tavecchio (“amico” bluceleste, solo nelle chiacchiere) quanto perché potrebbe a brevissimo causare una profonda riforma dei campionati.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 25 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA