Lecco nel caos, creditori alla porta

E Bizzozero rilancia la sua offerta

Situazione difficile in sede di via don Pozzi: portata via persino una fotocopiatrice - «Galati ha bisogno di aiuto e noi rifaremo una proposta per acquistare la società» - Ampio servizio su La Provincia di Lecco di sabato 14 giugno

Lecco nel caos, creditori alla porta E Bizzozero rilancia la sua offerta
Il presidente del Lecco Stefano Galati

Daniele Bizzozero scende nuovamente in campo. Dopo l’annuncio di Roncari, che sembra aver dato la stura ad altri creditori della Calcio Lecco, l’imprenditore brianzolo cerca di serrare i tempi per convincere il presidente Stefano Galati a vendere.

Anche perché i debiti cominciano ad accumularsi tanto che ieri é stata portata via dagli uffici della sede di via don Pozzi anche la fotocopiatrice.

In riparazione? La ditta interessata, la Vicomec, dichiara: «Non siamo tenuti a dare informazioni». Dalla segreteria Ivan Corti ammette solamente «È vero hanno portato via la fotocopiatrice» ma non vuole aggiungere altro.

Ma ad ammettere che la Calcio Lecco abbia bisogno di aiuto è lo stesso Bizzozero, che spiega: «I miei amici svizzeri mi hanno dato un “ok” di massima. Mi troverò con loro martedì o mercoledì per definire la proposta da fare a Galati. Il presidente mi aveva garantito che avrebbe sistemato le sue pendenze, ma mi risulta che stamattina abbiano portato via anche una fotocopiatrice. E avrebbero “tagliato” anche il telefono per 221 euro di bolletta non pagata. Fosse vero, vorrebbe dire che la situazione non è rosea. Io voglio dare una mano e risolvere la situazione a partire dalle piccole cose perché le grandi poi vengono di conseguenza; basta che Galati ci ascolti…».

Bizzozero, poi, fa il nome, a sorpresa, di Evaristo Beccalossi, tecnico del settore giovanile del Brescia: «Lui mi ha sempre dato una grossa mano. E se c’è da fare qualcosa a Lecco, Beccalossi è disposto a portare la sua scuola in riva al lago per il settore giovanile. Ha seguito la Berretti del Brescia, e farebbe di tutto per aiutare il Lecco… Cerchiamo di puntare su persone valide. Però solamente se riusciamo ad arrivare a Lecco…».

Ampio servizio su La Provincia di Lecco di sabato 14 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA