Lecco, l’accordo non c’è ancora  Il club e il mister prendono altro tempo
Mauro Zironelli, 51 anni

Lecco, l’accordo non c’è ancora

Il club e il mister prendono altro tempo

La trattativa con Zironelli è ormai a buon punto, ma si resta in stand by.

Incedibile? Forse. Simone Iocolano nel mirino della Juventus U23 fa di sicuro gola a molti, ma dalla società, oltre all’ormai solito “no comment” (sembra che Di Nunno abbia imposto una sorta di silenzio stampa non ufficiale), arriva anche una parolina “incedibile”, come tutti i biennali che sono in carico al Lecco. Che poi sia veramente così, è tutto da vedere. Ma non c’è dubbio che il Lecco prima di dar via Iocolano, Celjak, Cauz, Galli e gli altri sotto contratto, vorrà soldi. Tanti. E sull’unghia.

Di Nunno è uno abituato al gioco d’azzardo, per cui invitarlo su questo campo, è come invitarlo a nozze. E non cederà prima di aver “visto” le carte in mano all’avversario.

Ovvero: se altre squadre vogliono i suoi giocatori, dovranno offrire molto più che la solita contropartita tecnica. Scambi sì, ma con juicio, insomma.

Ma Mauro Zironelli, il tecnico ormai dato per certo a Lecco? Per ora si è preso 48-72 ore di tempo per decidere. E altrettante se n’è presa la società. Contando che poi, di mezzo, c’è la domenica, prima di lunedì o martedì prossimi non si dovrebbe sapere nulla.

Il Lecco è appeso alla trattativa con il tecnico vicentino, ma il problema è generale, non solo legato allo staff che Zironelli vorrebbe con sé. Particolari da limare, ma sembra che l’accordo di massima ci sia già e che, dunque, non manchi che la firma sul contratto.

A noi che, però, abbiamo visto scappare Max Allegri da Lecco dopo la presentazione ufficiale, De Paola dopo la conferenza stampa dove si era appena annunciato, e Aldo Dolcetti prima che iniziasse il campionato, dopo il ritiro, un eventuale voltafaccia di Zironelli (o del Lecco) non stupirebbe affatto.

Oggi ancor di più perché continuano a susseguirsi le voci di un Di Nunno deluso, insoddisfatto, per niente entusiasta di ricominciare la stagione. Poi, si sa, al primo coro da stadio convinto, Di Nunno è pronto a ricredersi, ma per ora il Lecco non è una sua priorità. Che ci pensi Fracchiolla, insomma.


© RIPRODUZIONE RISERVATA