«Le Olimpiadi   torneranno più belle»
«Avevamo le ali, le abbiamo messe». Da Atene 2004 una delle tante immagini simbolo di Antonio Rossi

«Le Olimpiadi

torneranno più belle»

Il rinvio. Anche il lecchese plurimedagliato d’eccellenza della canoa pienamente d’accordo con lo slittamento. Antonio Rossi, ora sottosegretario ai grandi eventi sportivi della Lombardia: «Rispettiamo tutti le limitazioni»

Appurato che le olimpiadi di Tokio 2020, sono state giustamente posticipate all’anno prossimo, il mondo dello sport ha dato un segnale forte e chiaro: alla salute spetta di diritto il gradino più alto del podio.

Certo una decisione non semplice da attuare, per una serie di motivi economici e d’immagine che non stiamo qui ad elencare. Insomma con il Covid 19 non si scherza e così, dopo aver annullato una moltitudine di eventi (Europei di calcio, Formula uno, Gp di motociclismo, il torneo di Wimbledon e svariati campionati nazionali), anche l’olimpiade - evento che pareva inizialmente intoccabile - ha trovato inevitabilmente il disco rosso.

D’accordo sulla decisione presa, anche l’ex campione olimpico di canoa Antonio Rossi attuale sottosegretario ai grandi eventi sportivi della Lombardia: «Dispiace, ma ritengo che il Cio non potesse decidere diversamente, ripeto senza la salute non si va da nessuna parte. Io da tempo sostenevo che non si potevano chiudere gli occhi, davanti a una realtà così drammatica. Sono davvero d’accordo con questo rinvio».

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” e “La Provincia di Sondrio” in edicola domenica 5 aprile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA