La “scuola” di Orza Minore  è la numero due in Italia
Eleonora Cavallin, presidente di Orza Minore, con l’istruttore Antonio Roggero premiati dal presidente Fiv, Francesco Ettorre

La “scuola” di Orza Minore

è la numero due in Italia

Premiato il circolo di Dervio al Salone nautico di Genova. Il riconoscimento della federazione

Dervio si conferma sempre più polo di eccellenza per la pratica della vela.

Al Salone nautico di Genova, la federazione italiana vela ha infatti premiato le scuole di vela del 2021 e quella di Orza Minore - presieduta da Eleonora Cavallin - è la numero due d’Italia, alle spalle del Cv Windsurfing di Cagliari.

Un bel risultato per la XV Zona, il Lario e Dervio soprattutto visto che è presente nella classifica nazionale delle 744 scuole con altre due scuole nelle posizioni alte: al 16° la Lni Milano, che ha anch’essa base a Dervio, e il Cv Dervio al 35° posto.

Per completare il panorama, al 97° c’è il Cv Bellano, al 99° PerSport con la base nautica a Colico, al 126° il Geas Nbc Colico, al 186° la Lni Mandello, al 206° il Cv Tivano di Parè di Valmadrera, al 217° la Canottieri Lecco.

I parametri Fiv, riferiti al 31 agosto, che hanno generato la classifica hanno tenuto conto dei passaggi di tesseramento nell’anno in corso da “Vela scuola” a “Scuola vela” (tre punti per ognuno), dei passaggi da “Scuola vela “ a tesseramento ordinario (tre punti), del tesseramento “Scuola vela” conteggiato al 70% del totale dell’anno, della partecipazione a giornate formative o webinar (tre punti per partecipante), dell’adesione al “Vela day” (trenta punti per il circolo) e del tesseramento “Scuola vela para sailing” (tre per ogni iscritto).

Una valutazione di quella filiera che alimenta il settore agonistico della federazione che dimostra un successo di partecipazione con numeri confermati anche dai recenti campionati nazionali giovanili di Cagliari (singoli) e Dervio (in doppio).


© RIPRODUZIONE RISERVATA