Inchiesta sul calcioscommesse  Arrestato Corda (ex Como)
Ninni Corda

Inchiesta sul calcioscommesse

Arrestato Corda (ex Como)

La polizia sta eseguendo fermi in tutta Italia. Più di trenta le squadre di Lega Pro e serie D coinvolte

Nuova inchiesta sul calcioscommesse: la Polizia sta eseguendo decine di fermi in tutta Italia nei confronti di calciatori, dirigenti e presidenti di club. L’inchiesta è coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.

L’accusa è associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva. L’indagine , avrebbe accertato l’esistenza di due diverse associazioni criminali in grado di alterare i risultati degli incontri di Lega Pro e di Serie D. Decine le partite che sarebbero oggetto di combine.

I fermi nelle province di Catanzaro, Cosenza, Reggio Calabria, Bari, Napoli, Milano, Salerno, Avellino, Benevento, L’Aquila, Ascoli, Monza, Vicenza, Rimini, Forlì, Ravenna, Cesena, Livorno, Pisa, Genova e Savona.Fra i personaggi coinvolti nell’indagine, un presunto appartenente alla cosca Iannazzo, potente clan della ’Ndrangheta operante nella provincia di Lamezia Terme, e un poliziotto.

Sarebbero più di 30 le squadre coinvolte. Tra queste vi sarebbero Pro Patria, Barletta, Brindisi, L’Aquila, Neapolis Mugnano, Torres, Vigor Lametia, Sant’Arcangelo, Sorrento, Montalto, Puteolana, Akragas, San Severo.

Tra i 50 fermati anche Ninni Corda, ex allenatore del Como e ora seduto sulla panchina del Barletta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA