Il Lecco visto da Piazzalunga  «Squadra in cantiere ma di valore»
Luciano Piazzalunga, a destra, con l’allenatore dei blucelesti del Lecco Sergio Zanetti (Foto by foto menegazzo)

Il Lecco visto da Piazzalunga

«Squadra in cantiere ma di valore»

Il responsabile della comunicazione bluceleste e anche praticamente consulente di mercato ha rilasciato una lunga intervista a La Provincia di Lecco in edicola lunedì 17 agosto

Luciano Piazzalunga è, insieme al presidente Evaristo Beccalossi, al diesse Gigi Cappelletti e al patron Daniele Bizzozero il “deus ex machina” della campagna acquisti della Calcio Lecco 2015/2016. Suo l’arrivo di Pergreffi e quello di Crotti, naturalmente sposati entrambi dal resto della dirigenza. E suoi tanti utili consigli nella costruzione del Lecco che sta affilando le armi per il campionato.

Ufficialmente è il responsabile per le comunicazioni della società bluceleste, ma in realtà è un consulente tecnico che lo staff dirigenziale e tecnico apprezzano molto. Abbiamo sfruttato la sua grande esperienza di serie D per cercare di capire a che punto sia lo sviluppo della formazione bluceleste, ancora in cantiere, con una lunga intervista. Ecco qualche breve stralcio.

Piazzalunga, come giudica questo prima parte di stagione?

Mister Sergio Zanetti sta provando tutti gli schemi.

« La squadra mi pare ancora imballata ma ha saputo comunque offrire una grande prestazione a Caserta. La prima ufficiale con una sola amichevole alle spalle è stato un buon biglietto da visita sulle potenzialità di questa squadra. Ma il lavoro continua. I preparatori e il mister lo stanno facendo al meglio per arrivare al più presto in forma al campionato. Sperando che arrivino presto i gironi».

Intanto si comincia a vedere un abbozzo di gioco, anche se non ci sono ancora automatismi e schemi precisi…

«Il gioco è in cantiere, siamo ancora nella fase-laboratorio. Ho visto la Virtus, il Ponte, persino l’Inter e il Milan. Il gioco a questo punto della stagione è una chimera. Siamo tutti in officina ad aggiustare la macchina. Si cercano le varianti per creare quello che sarà il “fil-rouge” del campionato. E le amichevoli sono fatte proprio per questo».

L’intera intervista su La Provincia di Lecco in edicola lunedì 17 agosto


© RIPRODUZIONE RISERVATA