Il lecchese Ripamonti

al Mondiale di Mosca

Il finanziere di Ballabio lancia la sfida a bordo del K4 1000 azzurro. Obiettivo centrare la finale. Servizio su La Provincia di Lecco di venerdì 8 agosto

Il lecchese Ripamonti al Mondiale di Mosca
Il lecchese Nicola Ripamonti sul K4

Hanno preso il via a Mosca i Mondiali di canoa che, da venerdì, vedranno in acqua anche il lecchese Nicola Ripamonti.

Il finanziere lecchese gareggerà nel K4 1000 metri su quello stesso bacino che nel 2010 lo vide trionfare, per la prima volta nella storia della canoa azzurra, nel K4 1000 Under 23.

Oggi vincere sarà più difficile, ma il K4 azzurro sa di poter competere per ben figurare nella finale di un evento che tra un anno si svolgerà invece all’Idroscalo di Milano e varrà come qualificazione ai giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016.

Gli azzurri del ct Mauro Baron sono partiti lunedì da Milano: diciotto atleti tra cui c’è appunto Ripamonti, che gareggerà nel K4 1000 metri insieme ad Albino Battelli, Alberto Ricchetti e Mauro Crenna. Un armo che è un mix di esperienza, Ricchetti ha 29 anni, e di gioventù e che avrà subito un avvio ostico.

La batteria che vedrà in lizza gli azzurri venerdì alle 11.47 (ora di Mosca) vedrà in acqua anche Norvegia, Ungheria, Australia, Germania, Indonesia e Kazakistan.

La prima classificata accederà direttamente alla finale, mentre gli altri dovranno passare per le semifinali che si correranno nel pomeriggio, alle 15.59 e alle 16.06.

Per Nicola e compagni non sarà facile accedere direttamente alla finale in programma domenica alle 11.15. anche perché l’Italia, in acqua 3, dovrà vedersela in particolare con l’esperta Australia di David Smith, Tate Smith, Murray Stewart e Jacob Clear, campioni olimpici. Servizio su La Provincia di Lecco di venerdì 8 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA