Il dg Maiolo: «La società  non è contenta. Di più!»
Angelo Maiolo, direttore generale del Lecco

Il dg Maiolo: «La società

non è contenta. Di più!»

Il dirigente del Lecco commenta il felice momento in casa bluceleste.

CALCIO

Il dg del Lecco Angelo Maiolo non può che gioire di questa storica vittoria: «La società è contenta. Non è quello che ci interessava di più, ovvero sfatare il tabu che non si vincesse da tanti anni, ma vedere giocare una squadra al massimo. E il fatto che la squadra abbia dato tutto questo sì ci ha soddisfatti molto. La società non è contenta… Di più! Mancano i giovani? Nella rosa ci sono giovani validissimi ma è una scelta della società non farli giocare ora e quindi se questi sono i risultati ben vengano i giocatori esperti».

Il quarto posto è cosa fatta, almeno per ora. Altre ambizioni? «Se riuscissimo ad arrivare ai playoff terzi o quarti, sarebbe una grandissima cosa. Non è un alibi, ma c’è da sottolineare che abbiamo fatto metà girone d’andata con tantissimi titolari fuori. Oggi giocano e questi sono i risultati che stiamo facendo».

Il patron Di Nunno quando si perde o pareggia è un uragano. Ma anche quando si vince: «L’arrabbiatura di domenica scorsa gli è già sbollita - ammette il dg -. “Non avete fatto una partita magica, ma se si fanno certi risultati, ben vengano”, ci ha detto».

I nove risultati utili consecutivi sono nel cassetto. Dove si può arrivare ora? «Bisogna stare calmi. Io vedrò sicuramente il Como contro la Giana, questa sera (ieri, ndr), ma non guardiamo alle altre anche perché non si capisce bene cosa stia succedendo. La Pro Patria, la Carrarese, l’Alessandria solo per citarne alcune, hanno colto oggi risultati inaspettati a nostro favore. Ma non c’è da fare conti adesso. Bisognerà farli alla fine. Io ad esempio credo molto nell’Alessandria anche se la classifica dice altre cose».


© RIPRODUZIONE RISERVATA