I funamboli del trial   targati Valtellina
Da sinistra, Alex Sassella, Ivan Quaini, Danilo Libera e Andrea Fistolera

I funamboli del trial

targati Valtellina

Motociclismo. Erano gli anni Novanta e soprattutto in Valsassina venivano organizzate serate-spettacolo. Tra i protagonisti degli show, si ricordano veri acrobati come Fistolera, Quaini, Sassella, Libera e Orfenghi

Gli anni Novanta sono stati anche quelli del piacere di vivere il mondo del trial.

Erano gli anni in cui le sere d’estate specialmente nel fine settimana si passavano con le gare di trial indoor che richiamavano facilmente le miglia di spettatori. Piloti che con le moto salivano sulle carcasse d’auto da demolire, sui grossi tronchi, o meglio ancora, sui ribaltabili degli autocarri da cava; si esaltava la grande abilità di questi temerari.

Erano gli anni d’oro del trial e la Valsassina era senza dubbio la patria di questi trial estivi in piazze, campi sportivi, negli oratori o fiere paesane. Manifestazioni sempre più importanti con i villeggianti come spettatori: durante i soggiorni estivi, si spostavano tra i paesi per vedere uno spettacolo concentrato specialmente nella settimana di Ferragosto.

Così comuni come Introbio, Perledo , Margno , Cassina, Primaluna, Cremeno e Premana si contendevano le presenze degli acrobati del trial. Nomi si spicco come Andrea Fistolera, Ivan Quaini, Alex Sassella, il compianto Danilo Libera, e Cristian Orfenghi, sovente animavano questi eventi di sport spettacolo.

Tutti i dettagli e altre foto nell’ampio servizio su “La Provincia di Sondrio” e “La Provincia di Lecco” in edicola martedì 7 aprile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA