Gimar, una trasferta difficile

Con Cesena per stupire ancora

Domani sera i blucelesti in campo in Romagna per il recupero - La squadra di coach Paternoster può diventare la mina vagante del torneo

Gimar, una trasferta difficile Con Cesena per stupire ancora
Coach Paternoster trasmette la grinta al giovane Chinellato

Attenzione: quella di Forlì, contro la seconda in classifica Cesena (si gioca nel recupero domani dalle 21) è forse la trasferta più difficile della stagione - e forse l’unica davvero proibitiva - per una Gimar Basket Lecco che sta salendo. In classifica e nel gioco di squadra; che inquadra il canestro e si propone come vero e proprio outsider de campionato.

Proprio per questo le sorprese in Romagna potrebbero arrivare. Considerando la nuova confidenza col canestro di Brunetti e Caceres e Di Prampero che comincia a girare dalla lunga distanza. Le note di rilievo arrivano più da un play come Teghini che sta mostrando il perché (insieme a Brrunetti) la scorsa stagione è stato il protagonista della cavalcata della disciolta Barcellona Pozzo di Gotto, fino alle soglie dell’A2. A Forlì quintetto con Teghini regista, Brunetti centro, Di Prampero guardia, Cacace ala piccola e Caceres ala grande. Pronti alla rotazione l’ottimo “pivottone” Rattalino (vero valore aggiunto a questa squadra) e Riccardo Chinellato (assoluta sorpresa di questo scorcio di torneo). I blucelesti dopo 4 gare hanno raccolto 4 punti, frutto di due vittorie (l’ultima brillante) e due sconfitte. Una inopinata in casa contro un sorprendente San Vendemiano e una a Milano su uno dei parquet più difficili. Un ruolino da squadra “normale”, insomma. Che però da ora in avanti potrebbe riservare sorprese.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 31 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA