Giaretta: «Non ho dubbi  sarà un Lecco tosto»

Giaretta: «Non ho dubbi

sarà un Lecco tosto»

L’ex colonna bluceleste e oggi ds del Cska Sofia, analizza la squadra: «Sulla carta solo il Monza parte sopra gli altri, il Novara e la Pro Vercelli hanno ridimensionato i loro piani»

Che campionato sarà? Quali saranno le squadre più difficili da incontrare e quali quelle meno? Al di là del realismo gaburriano, che mette davanti a tutto la capacità del suo Lecco di affrontare le altre, e non viceversa, almeno all’inizio del torneo, resta pur sempre da scoprire il reale valore delle avversarie.

E, come ha già premesso lo stesso Gaburro, non è detto che siano tutte così forti come sembrerebbe suggerire la carta. Proprio lo stesso parere che ha anche Cristiano Giaretta, ex capitano del Lecco, dirigente oramai da lustri di squadre di primaria importanza (Novara, Udinese, Ascoli). Oggi direttore sportivo della “Juventus Bulgara”, ovvero del Cska di Sofia. Proprio oggi al Bulgarska Armija (armata bulgara), Giaretta cerca un successo anche europeo. Lo sentiamo alla vigilia del “derby” contro lo Slavia Sofia (che non è quello più importante contro il Levsky, ma è pur sempre importante).

«Le prime cinque giornate sono difficili, ma probabilmente più sulla carta che in realtà. Il Novara, per esempio, realtà che conosco molto bene per averci lavorato, quest’anno sarà diverso da tutte le altre stagioni. Sarà una squadra improntata sui giovani. Sarà per i novaresi una specie di “anno zero” con un passaggio di proprietà societaria in ballo. Anche la scelta di un allenatore del tutto nuovo parla di una società che vuole puntare sui giovani. Poi, certo, c’è il blasone, l’ambiente e tutto, ma… non sarà il solito Novara».

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 28 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA