Forza Lecco, serve un segnale   Di Nunno squalificato 3 mesi
Pastore - subito in campo come Bastrini - in azione durante il match contro il Monza (0-3)

Forza Lecco, serve un segnale

Di Nunno squalificato 3 mesi

Calcio serie C. Bastrini capitano, in campo anche Pastore ma niente da fare e mercoledì match con la Pergolettese. Il presidente Di Nunno squalificato fino al 31 dicembre per pesanti insulti all’arbitro agitando anche il suo bastone

Un’altra sconfitta. Un altro 3 a 0. In casa e davanti a migliaia di tifosi. E non bastasse, il presidente Di Nunno ieri è stato squalificato per oltre tre mesi (fino al 31 dicembre) per aver pesantemente insultato l’arbitro all’uscita dal campo. Con l’aggravante di aver agitato anche il proprio bastone.

Al di là di questo, è vero che il Monza è fortissimo, ma questo Lecco non dà segnali di risveglio importanti. Per ora ci si limita alla buona volontà e a una certa compattezza di squadra, persa solamente nel finale di partita quando tutto era oramai perduto. Il che, alla vigilia dello scontro-salvezza contro la Pergolettese (non certo decisivo, ma molto indicativo e importante), è sicuramente un segnale poco confortante.

Tutti i dettagli negli ampi servizi della pagina speciale dedicata alla serie C e alla serie D su “La Provincia di Lecco” in edicola martedì 24 settembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA